Todd Martin snobba Jannik Sinner e Carlos Alcaraz: "È lui il miglior giovane"



by   |  LETTURE 58616

Todd Martin snobba Jannik Sinner e Carlos Alcaraz: "È lui il miglior giovane"

Il mondo del tennis vive di generazioni, quella dei Big Three composta da Federer, Nadal e Novak Djokovic si accinge ormai a terminare, ma le nuove generazioni sono ormai in arrivo. Tra i primi 15 tennisti al mondo ci sono diversi talenti della NextGen, c'è il baby prodigio Carlos Alcaraz, ma anche altri tennisti del calibro di Felix Auger Aliassime o il nostro Jannik Sinner.

I tennisti riescono solitamente a restare nella storia grazie alla vittoria di tornei del Grande Slam oppure diventando numero uno al mondo. L'ex tennista americano Todd Martin ha vissuto in un'epoca dove tra i connazionali c'erano autentici campioni, lui ha avuto un'ottima carriera diventando numero 4 e perdendo finali Slam.

Todd Martin sul tennis moderno

Ora Todd è ambasciatore del tennis nel mondo e presidente all'Hall of Fame Museum di Newport, negli Usa. L'ex atleta ha rilasciato interessanti dichiarazioni ai microfoni di Tennis Magazine: "Non sono mai stato interessato realmente alla storia del tennis, poi dopo il ritiro è cambiato tutto e ho visto nuove cose.

Mio padre era un insegnante di storia e durante la cena ci faceva discorsi interessanti, ma io scappavo e non mi interessava nulla (ride). Con il passare degli anni ho scoperto vere e proprie leggende, penso al Barone Gottfried Von Cramm, un tennista con una vita incredibile.

Mi hanno spesso messo sul piano di tennisti come Nalbandian e Rios, tutti noi non abbiamo mai vinto Slam. Ho avuto una grossa chance a Wimbledon 1996, in semifinale contro Malivai e Washington, quel torneo lo vinse Richard Krajicek e credo che avrei avuto chance.

Ho perso finali Slam contro Agassi e Sampras, ma parliamo di veri fenomeni. Rispetto al passato ora tutte le nazioni hanno chance, questa è una delle maggiori difficoltà del tennis americano, uno come Pete Sampras non si sarebbe mai rassegnato ad essere uno dei tanti, lui voleva essere il numero uno.

Tra i giovani talenti del circuito quello che mi piace di più è Felix Auger Aliassime, ha 21 anni ed è quello che secondo me ha maggiori margini di miglioramento. Inoltre è proprio un bravo ragazzo, molto umile ed educato" Photo Credit: Obn Montreal