Bertolucci sorprende tutti: Jannik Sinner e il paragone con Roger Federer



by   |  LETTURE 27742

Bertolucci sorprende tutti: Jannik Sinner e il paragone con Roger Federer

Jannik Sinner è tornato ad essere al centro del dibattito dopo la sconfitta di Cincinnati. Il numero uno italiano non è andato oltre gli ottavi di finale del torneo, perdendo contro Felix Auger-Aliassime in tre set.

L’altoatesino era riuscito ad imporsi nei primi due set, riuscendo a conquistare due match point prima di un eventuale tiebreak. La mancata conversione di quelli, tuttavia, ha ribaltato le sorti dei momenti successivi: è stato il canadese ad aggiudicarsi prima il tiebreak del secondo parziale, poi il terzo decisivo set e infine il match.

Per quel momento scivolato dalle mani di Sinner sono arrivate diverse critiche. “Ci avevo creduto. Probabilmente mi sono sbagliato. Resterà un ottimo giocatore. Oltre non va. 21 anni sono abbastanza”, ha scritto Claudio Guerrini, conduttore radiofonico e televisivo su Twitter.

Un post che ha scaturito diverse critiche, soprattutto il riferimento anagrafico. Per tale motivo, sono stati presi in analisi i risultati di altri grandi campioni, confrontando cosa avessero fatto loro alla stessa età dell’azzurro.

Il paragone con Federer e il post di Bertolucci

Paolo Bertolucci ha pubblicato uno screenshot in cui vengono illustrati i risultati che sono stati raggiunti da altri tennisti alla stessa età: “Leggere con attenzione”, ha scritto l’ex tennista italiano.

Il primo paragone è con Roger Federer. Il best ranking dello svizzero era numero 8 del mondo: Sinner gli sta dietro di una sola posizione. Per numero di finali giocate e vinte, invece, la differenza è netta: l’ex numero uno ne aveva vinte tre a fronte di sei disputate, l’azzurro invece ha saldo positivo con sei a uno.

Anche gli altri paragoni vedono favorito Jannik Sinner. Tsitsipas si era spinto fino alla settima posizione del ranking, ma anche lui aveva uno saldo negativo per quanto riguarda le finali vinte. I russi nettamente dietro nel ranking e nelle vittorie conquistate, con Medvedev addirittura a quota zero.

L’unico più precoce di Jannik Sinner è stato Alexander Zverev: best ranking numero 3 del mondo e sei finali vinte, su 10 totali disputate.