"La vedo nera": scoppia la polemica social dopo la sconfitta di Jannik Sinner



by   |  LETTURE 46858

"La vedo nera": scoppia la polemica social dopo la sconfitta di Jannik Sinner

Un brutto passo falso per Jannik Sinner a Cincinnati. L’unico azzurro rimasto in corsa a Cincinnati ha affrontato agli ottavi di finale del Masters 1000 statunitense Felix Auger Aliassime, uscendo sconfitto dopo un match che è stato una vera e propria montagna russa.

Il numero uno italiano ha condotto al meglio la prima parte dello scontro, arrivando fino alla conquista di due match. La mancata trasformazione di entrambi di quelli, tuttavia, ha caricato il canadese, che ha cambiato le sorti della partita: chiuso a suo favore il secondo (dopo un tiebreak schiacciante) e il terzo parziale, ha ottenuto la vittoria e i quarti di finale del Masters 1000.

La sconfitta agli ottavi di Jannik Sinner rende più complesso rientrare nella top 10, così come tornare a Torino per disputare le Nitto Atp Finals. Non solo obiettivi sfumati, ma anche critiche accumulate: tra queste, c’è anche quella di un conduttore radiofonico e televisivo, Claudio Guerrini.

“Ci avevo creduto. Probabilmente mi sono sbagliato. Resterà un ottimo giocatore. Oltre non va. 21 anni sono abbastanza”, ha scritto su Twitter.

“La vedo nera”: c’è l’attacco sul futuro

La critica di Guerrini è proseguita in un secondo tweet, dove è sceso più nel dettaglio della sua critica in merito alla sconfitta di Jannik Sinner contro Felix Auger Aliassime.

“La brutta notizia è che, oltre ai limiti tecnici, stasera è partito di testa e dopo i 2 match point non sfruttati non ha più giocato. L’ho sempre tifato e ho sperato che potesse darci un numero 1.

Da stasera la vedo molto più nera. Spero di sbagliarmi”, scrive analizzando gli obiettivi futuri del numero dodici del mondo.

Entrambi i post sono stati criticati sui social, ma soprattutto il primo: la critica degli account colpisce soprattutto la frase che fa riferimento ad una carriera già pronosticata all’età di 21 anni.

“Di tutto potevo leggere, ma che un tennista a 21 anni ha finito la sua carriera no. Assurdo e surreale”, ha scritto un account in risposta.