Atp Cincinnati, ecco il primo avversario di Jannik Sinner: esordio non semplice



by   |  LETTURE 3687

Atp Cincinnati, ecco il primo avversario di Jannik Sinner: esordio non semplice

Sarà un debutto tutt'altro che semplice, sicuramente da non sottovalutare viste le potenzialità e la determiazione dell'avversario. Jannik Sinner avrà un tabellone durissimo da affrontare nel Master 1000 di Cincinnati, a confermarlo anche il primo turno che dovrà incrociare nella giornata di martedì 16 agosto.

L'altoatesino ha scoperto nelle ultime ore quale sarà il primo avversario in Ohio: di fronte si presenterà infatti l'australiano Thanasi Kokkinakis, abile nei turni di qualificazione a regolare prima Benoit Paire e poi Ivashka, assicurandosi un posto nel main draw.

L'azzurro è chiamato a riscattare le prestazioni mostrate a Montreal decisamente inferiori rispetto al suo standard. Il talentuoso 20enne infatti non ha mai trovato il giusto feeling col cemento canadese abbastanza lento, fermandosi agli ottavi di finale contro lo scatenato spagnolo Pablo Carreno Busta, che poi si è spinto fino alla finale del torneo e ha vinto la competizione contro il polacco Hubert Hurkacz.

Il nativo di San Candido ha bisogno di trovare subito confidenza con la superficie a Cincinnati per cominciare nel migliore dei modi la propria avventura, visto un cammino pieno di insidie. A seguire ci sarà con ogni probabilità nuovamente Carreno Busta sulla propria strada.

Agli ottavi Sinner, in caso di passaggio alla fase successiva, potrebbe sfidare il canadese Felix Auger-Aliassime, l'altro tennista con cui ha subìto la sconfitta più pesante dell'annata (6-1, 6-2 a Madrid).

Ai quarti ad attenderlo Rafael Nadal, pronto a lasciare subito il segno sul cemento. Per ottenere un risultato di grande spessore, l'altoateino dovrà offrire prestazioni sopra la media e sempre continue, visto l'alto valore degli atleti che dovrà affontare.

In vista degli Us Open...

Sarà molto difficile, osservando anche il cammino a Cincinnati, per l'azzurro essere una delle prime otto teste di serie agli Us Open, ultimo Grande Slam della stagione 2022. Il giocatore di coach Simone Vagnozzi e Darren Cahill, se vuole puntare a questo traguardo, dovrà spingersi fino all'atto conclusivo o quasi della competizione, nonché sperare in risultati non eccezionali dei diretti rivali.