Jannik Sinner fa la storia con uno splendido record: nessuno come lui



by   |  LETTURE 63042

Jannik Sinner fa la storia con uno splendido record: nessuno come lui

Jannik Sinner è ormai un tennista molto costante con i risultati in tutti i tornei, dai più prestigiosi ai meno in cui è chiamato a spingersi fino in fondo al tabellone. Col passare dei mesi la crescita dell'altoatesino è stata tantissima sotto molti punti di vista, dalla mentalità al livello di gioco, e i traguardi raggiunti sono stati importanti.

Ora l'azzurro è chiamato a confermarsi e soprattutto a compiere altri step in avanti, cercando il primo vero exploit in un appuntamento di spessore come un Masters 1000 o addirittura un Grande Slam. Il talentuoso 20enne è diventato un giocatore molto diverso da quello visto per esempio a Miami, nella finale conquistata e poi persa contro Hubert Hurkacz, o dalle competizioni su cemento indoor dello scorso anno, nel quale si è messo in grande mostra.

I miglioramenti gli hanno permesso di essere un atleta stabile intorno alla top 10, nonostante i problemi fisici avuti nel 2022.

Un record prestigioso

Con l'eliminazione di diverse teste di serie a Montreal, fra cui Daniil Medvedev, Carlos Alcaraz e Stefanos Tsitsipas, l'attuale numero 12 al mondo ha ottenuto un traguardo molto particolare: infatti, l'italiano è l'unico ad aver raggiunto almeno gli ottavi di finale in tutti i tornei a cui ha partecipato dall'edizione 2021 degli Us Open.

Nessuno nel circuito maggiore è riuscito a ripetere questo traguardo: Sinner dovrà proseguire questo trend anche a Cincinnati per concludere il ciclo senza sconfitte nei primissimi turni di una manifestazione.

I vari infortuni dopo la positività al Covid e l'inizio dei lavori con un nuovo coach (Simone Vagnozzi) non gli hanno consentito di ottenere più del dovuto nella prima parte di annata, acccumulando in totale ben tre ritiri a sfida in corso.

Le occasioni per rimediare e tentare l'assalto a una difficile qualificazione alle Nitto Atp Finals si stanno presentando proprio in Canada: tanti gli spiragli nel tabellone dopo gli stop dei più accreditati alla vittoria finale del Master 1000 ma l'altoatesino dovrà continurare a pensare una partita alla volta.

Il prossimo impegno è senza dubbio molto complicato: nella notte italiana l'azzurro sfiderà lo spagnolo Pablo Carreno Busta, decisamente in fiducia dopo le affermazioni su Matteo Berrettini e Holger Rune.

Un confronto che potrebbe dare la svolta per il prosieguo della competizione, data l'opaca prestazione all'esordio contro Mannarino. Photo credit: profilo Instagram Jannik Sinner.