“È pazzesco”: Ivan Ljubicic e le parole che esaltano il tennis italiano



by   |  LETTURE 17468

“È pazzesco”: Ivan Ljubicic e le parole che esaltano il tennis italiano

Sempre più giocatori italiani si fanno notare nei tornei in giro per il mondo, sintomo che il movimento tennistico azzurro sta funzionando a dovere e possiede tanti talenti promettenti. L’ultimo episodio a testimonianza di ciò è stato l’ATP 250 di Umago, che nelle semifinali ha visto impegnati, sui quattro tennisti in gioco, ben tre italiani: Franco Agamenone, Giulio Zeppieri e Jannik Sinner, che ha poi sconfitto Carlos Alcaraz in finale conquistando il titolo.

Senza dimenticare i vari Berrettini e Musetti, tra gli uomini, o Camila Giorgi, Jasmine Paolini e Martina Trevisan per le donne, solo per citarne alcuni. Vive un momento parecchio florido, dunque, il mondo del tennis del Bel Paese e anche un campione come Ivan Ljubicic non ha potuto fare a meno di notarlo.

L’ex numero 3 del mondo, su Twitter, ci ha tenuto a far notare l’abbondanza di buoni giocatori che l’Italia possiede in questo periodo storico: “Mamma mia che abbondanza tennis italiano!”, ha scritto estasiato l’ex tennista croato.

“Tenere d’occhio tutti quelli che giocano bene sta diventando un lavoro a tempo pieno, pazzesco!” .

Alcaraz: “Con Sinner sarà la rivalità del futuro”

In una breve intervista rilasciata a Eurosport, Carlos Alcaraz ha parlato della sua rivalità con Jannik Sinner.

“Sinner-Alcaraz sarà una ‘saga’ ? Lo spero” , ha risposto senza esitare il 19enne di Murcia. “Sicuramente avremo altre battaglie davanti in grandi stadi e lotteremo per vincere grandi tornei.

Siamo ancora giovani e abbiamo un grande futuro davanti. Lo spero davvero. Voglio giocare altre battaglie contro di lui in futuro” . Anche Sinner, in conferenza stampa, si è soffermato sulle sfide venture con lo spagnolo.

“Non è mai semplice giocare contro Alcaraz. Vedremo come giocheremo sia io che lui in America, magari ci affrontiamo di nuovo. Non ci siamo mai sfidati sul cemento outdoor, ci manca questa superficie. Lui ha dimostrato di poter giocare bene su qualsiasi superficie.

Ha vinto a Miami, Madrid e giocato tante finali. Farà cose molte buone in futuro. È una brava persona” . Sia Sinner che Alcaraz scenderanno in campo al Masters 1000 di Montréal per iniziare la preparazione in vista degli US Open.

L'obiettivo delle due giovani stelle del tour ATP è quello di superare il miglior risultato raggiunto nei tornei del Grande Slam. Entrambi hanno disputato più di una volta i quarti di finale in un Major, ma non sono mai riusciti a spingersi oltre.

L'ultimo Slam del 2022 offrirà loro questa importante chance. 👇🏻 Seguiteci anche su Instagram 👇🏻
http://tiny.cc/Instagram_TWI