Ivanisevic: “Vi spiego l’errore di Sinner contro Djokovic. Meglio lui che Berrettini”



by   |  LETTURE 37064

Ivanisevic: “Vi spiego l’errore di Sinner contro Djokovic. Meglio lui che Berrettini”

Jannik Sinner ha vinto il suo primo titolo del 2022 sulla terra di Umago (ATP 250) in Croazia, battendo in finale la furia spagnola Carlos Alcaraz con una rimonta sontuosa. Sugli spalti a godersi lo spettacolo, nell’impianto a lui dedicato, c’era un osservatore speciale: Goran Ivanisevic, coach di Novak Djokovic.

L’ex tennista croato, intervistato da la Repubblica, ha risposto in merito proprio all’altoatesino, descrivendo il suo gioco e spiegando cosa avrebbe dovuto fare contro il serbo per evitare la sconfitta a Wimbledon: “A mio parere, Sinner può vincere qualsiasi Slam e avrebbe potuto battere anche Djokovic a Wimbledon.

Per due set ha giocato in maniera straordinaria, poi ha arretrato troppo il suo raggio d’azione e contro un fuoriclasse come Nole non te lo puoi permettere. Se hai la chance, lo devi finire subito” .

Ivanisevic: “Sinner non posiziona bene le gambe”

Nel corso della sua analisi tecnica del profilo di Jannik Sinner, Goran Ivanisevic ha sottolineato in cosa l’azzurro è nettamente migliorato e, al contempo, le lacune attualmente presenti nel suo gioco.

“Il servizio è molto cresciuto ─ ha ammesso il croato a la Repubblica ─, ma a mio avviso non posiziona bene le gambe. Voi in Italia avete Berrettini che serve molto bene, ma tra i due come tennista preferisco Jannik: ha risposta, dritto e rovescio eccezionali da fondo.

Se va più a rete e migliora le volée, è al top. Gli è mancato questo contro Djokovic” . È arrivato il primo trionfo stagionale per Jannik Sinner, che coincide con il primo trofeo su terra rossa della sua giovanissima carriera.

A Umago, l’altoatesino si è sbarazzato di Carlos Alcaraz ─ non proprio uno qualunque, specie su questa superficie ─ recuperando il primo set perso e infliggendogli poi un doppio 6-1. “Il game in cui ho sprecato sei palle break nel secondo set si è rivelato la chiave del match.

Ha iniziato a giocare sempre meglio e io non sapevo più come giocare contro di lui. Non ho saputo trovare delle soluzioni dopo quel game”, ha confessato lo spagnolo al termine della partita. 👇🏻 Seguiteci anche su Instagram 👇🏻
http://tiny.cc/Instagram_TWI