Jannik Sinner, la grande statistica prima della finale a Umago

L'altoatesino si prepara per affrontare Carlos Alcaraz in Croazia

by Luca Ferrante
SHARE
Jannik Sinner, la grande statistica prima della finale a Umago

I problemi della prima parte di stagione sembrano essere superati e ormai dimenticati. Jannik Sinner ha finalmente raggiunto la prima finale del 2022 sulla terra rossa di Umago. L'altoatesino, dopo alcune settimane di pausa dalla splendida avventura sull'erba di Wimbledon, è tornato determinatissimo in Croazia ed è riuscito a superare i tennisti che lo separavano dal raggiungere l'atto conclusivo del torneo Atp 250.

Un risultato importante che dà tanta fiducia all'azzurro, ora concentratissimo a prepararsi a una sfida stuzzicante: domenica contenderà il titolo proprio con Carlos Alcaraz, ora numero 5 al mondo (scalerà ancora una posizione ufficialmente da lunedì) e attuale detentore del trofeo.

Una nuova battaglia fra i due giovanissimi talenti del tennis, che sono pronti a dare grande spettacolo sul campo centrale intitolato a Goran Ivanisevic davanti a un pubblico con molta probabilità caratterizzato da una presenza italiana maggiore.

Il talentuoso 20enne non ha avuto problemi in semifinale a dominare il confronto col connazionale Franco Agamenone, riuscendo anche a risparmiare energie preziose in vista dell'attesissima gara di domenica.

Un dato interessante

Sinner ha così migliorato una sorprendente statistica a poche ore dal quarto atto col 19enne spagnolo, considerando la sua giovanissima età.

Si tratterà della settima finale a livello Atp per il nativo di San Candido, che ha attualmente un bilancio complessivo di 5 vittorie (i suoi titoli finora conquistati; 2 trionfi a Sofia, il '250' di Melbourne, il '500' di Washington e Anversa) e una sola sconfitta, quella indimenticabile al Master 1000 di Miami contro l'amico polacco Hubert Hurkacz.

Nella speciale classifica riguardante solo i tennisti azzurri, l'altoatesino ha raggiunto a quota 7 Francesco Cancellotti e Renzo Furlan. I prossimi obiettivi sono Andrea Gaudenzi e Filippo Volandri a 9, decisamente alla portata per un giocatore con una carriera ancora tutta da scrivere.

Salendo la graduatoria, sono presenti Matteo Berrettini e Andreas Seppi (10), poi Paolo Bertolucci con 12 finali ottenute. Sul podio Corrado Barazzutti a 13 e Fabio Fognini secondo con 19, primato assoluto per Adriano Panatta (26).

Numeri che il giovane italiano proverà ancora a migliorare nel prossime settimane negli Stati Uniti, dopo naturalmente aver dato il massimo nella finale di Umago, in programma a partire dalle ore 20.

Jannik Sinner Carlos Alcaraz
SHARE