"Un po' di tensione": le sensazioni di Jannik Sinner dopo i quarti di finale a Umago



by   |  LETTURE 8906

"Un po' di tensione": le sensazioni di Jannik Sinner dopo i quarti di finale a Umago

Una partita che rende decisamente migliori i suoi numeri stagionali e fa dimenticare tutte le difficoltà avute da inizio stagione. Jannik Sinner, nonostante qualche problema in più del 'solito', ha superato anche i quarti di finale a Umago, staccando il pass per il turno successivo.

Un successo importante, seppur non facile, quello conquistato dall'altoatesino ai danni dello spagnolo Roberto Carballes Baena. Come dimostrato al Roland Garros, l'iberico è sempre l'ultimo ad arrendersi e ha lottato fino alla fine per cercare di allungare ulteriormente il match.

L'azzurro è stato in grado di chiudere l'incontro col punteggio finale di 6-4, 7-6, sprecando comunque un'occasione sul 6-5 del secondo parziale con servizio a favore. Si tratta della prima semifinale nel 2022 per il talentuoso 20enne, che ha avuto fin troppi problemi (soprattutto fisici) da inizio anno e si è tolto questa soddisfazione solo a fine luglio.

È la settima affermazione consecutiva contro un tennista spagnolo, tutti regolati dal nativo di San Candido (nell'elenco manca 'solamente' il campionissimo Rafael Nadal). Ora il numero 10 al mondo si dovrà preparare alla sfida col connazionale Franco Agamenone, che con poco da perdere cercherà di regalarsi il sogno di una finale in un Atp 250.

Le impressioni dell'altoatesino

La Croazia sorride ai colori azzurri, anche per la grandissima presenza di tifosi sugli spalti. Sinner ha espresso le sue rapide considerazioni al termine del match, in un'intervista ai microfoni dell'Atp tour: "Sono molto felice.

Grazie a tutti, mi avete aiutato tanto. È stato davvero bello" ha sottolineato Jannik rivolgendosi in italiano al numeroso pubblico presente. Poi ha proseguito: "Ho vinto tanti match quest'anno, ci sono stati diversi momenti sfortunati.

Questa è la prima semifinale, spero di poter mostrare ancora dell'ottimo tennis nel turno successivo" ha aggiunto. Sul break subìto quasi a fine gara: "Un po' di tensione... ed è normale, Avrei potuto servire meglio per tutta la partita.

Sono stato bravo a non pensare alle cose negative e tenere a mente quelle positive, che mi hanno dato una grossa mano nel tie-break" ha spiegato. Sul prossimo avversario: "So che è un ottimo giocatore, lo ha dimostrato questa settimana.

Ha battuto un avversario in forma ai quarti (l'altro italiano Marco Cecchinato). Dovrò stare molto attento e giocare il mio tennis" ha concluso.