"È stata combattuta": Jannik Sinner analizza la prima vittoria a Umago



by   |  LETTURE 9316

"È stata combattuta": Jannik Sinner analizza la prima vittoria a Umago

Una prestazione con alti e bassi, ma sufficiente per superare con soltanto pochi problemi il primo turno dell'Atp 250 di Umago. Jannik Sinner ha sconfitto in Croazia lo spagnolo Jaume Munar con un doppio 6-4 nel loro primo incrocio della carriera nel circuito Atp.

L'altoatesino ha avuto una giornata non esaltante col dritto, colpo che ha caratterizzato i maggiori errori gratuiti durante la sfida, e ha subìto ben due contro-break dopo essere riuscito a strappare il servizio all'avversario: queste due degli aspetti sicuramente da migliorare già nella prossima gara, così come la chiusura soltanto al settimo match point, sprecando dunque fin troppe opportunità.

L'azzurro è stato bravo a trovare le giuste contromisure sulla soluzione serve and volley dell'iberico, che spesso lo ha messo in difficoltà, con splendidi passanti e il rovescio che ha dato sicurezza in praticamente ogni scambio.

La sconfitta di Alex Molcan, testa di serie numero 5, lo porterà ad affrontare venerdì l'altro spagnolo Roberto Carballes Baena (già battuto in quattro parziale nell'ultima edizione del Roland Garros).

Le parole al termine dell'incontro

L'italiano ha analizzato la vittoria a fine match nell'intervista tradizionale in campo ai microfoni dell'Atp Tour: "Sono contento del successo. È stato molto complicato alla fine chiuderla ma adesso pensiamo già alla prossima partita" ha dichiarato a caldo.

Sulla condizione fisica nel finale: "Quando ti allontani dal circuito per un po' di tempo senza giocare incontri, può essere un po' più difficile riprendere quella confidenza nei match agonistici ufficiali.

Comunque ho fatto dei progressi importanti durante la sfida, dopo un inizio che non è stato facilissimo. Alla fine le cose sono andate bene" ha aggiunto. Sinner è tornato in Croazia dopo la presenza nella competizione risalente a tre stagioni fa: "Ovviamente, rispetto alla mia partecipazione nel 2019, ho molta più esperienza alle spalle, fatta nel corso degli ultimi anni in giro per il mondo.

Mi ha permesso di venire qui da tennista più 'esperto' Ora riesco a dimostrare e a mostrare anche maggiore sicurezza in campo" ha rimarcato. Non poteva mancare il ringraziamento per i tantissimi spettatori azzurri: "L'atmosfera è stata pazzesca, grazie davvero a tutti per essere venuti.

Ci sono diversi italiani qui, serve il vostro incredibile tifo per dare il massimo. Ci vediamo al prossimo turno" ha concluso.