Dominic Thiem pazzo di Jannik Sinner e Carlos Alcaraz: le parole dell'austriaco



by   |  LETTURE 19696

Dominic Thiem pazzo di Jannik Sinner e Carlos Alcaraz: le parole dell'austriaco

Dominic Thiem è tornato a vincere una partita nel circuito maggiore al torneo ATP 250 di Bastad. L’austriaco ha dovuto aspettare quattordici mesi per ascoltare nuovamente le parole: “Game, set and match, Thiem” .

Il giocatore classe 1993 ha lottato con alcuni seri infortuni - tra cui quello al polso destro - e sta cercando di ritrovare il suo miglior tennis partita dopo partita. Questa settimana, l’austriaco è impegnato al torneo di Gstaad e ha superato al primo turno la testa di serie numero sette Hugo Gaston.

“La vittoria ottenuta a Bastad è stato ottima, ne avevo bisogno. L’evento Challenger disputato a Salisburgo la settimana precedente aveva già rappresentato un passo nella giusta direzione. Ho avvertito un netto miglioramento rispetto al Roland Garros e agli altri tornei" , ha spiegato Thiem in un'intervista esclusiva rilasciata al sito ufficiale dell'ATP.

"Sono riuscito a vincere due partite contro due top 50 a Bastad, ed è stato davvero importante per la mia fiducia. È stato difficile rimanere positivi perdendo una partita dopo l’altra. Anche il modo in cui giocavo mi preoccupava, sentivo di non avere il livello giusto per competere.

Ho giocato alcune partite con la consapevolezza che non avrei avuto possibilità di vittoria. Mentalmente non è stato facile. Dopo il Roland Garros, ho parlato con il mio team e ho detto loro che avevo bisogno di altre sessioni di allenamento per avvicinarmi al mio vecchio livello.

Ora le cose stanno andando meglio” .

Thiem pazzo di Jannik Sinner e Carlos Alcaraz

Thiem ha infine espresso tutta la sua ammirazione nei confronti dei due giovani tennisti che si sono messi in mostra negli ultimi mesi: Jannik Sinner e Carlos Alcaraz.

“Ho giocato un match d’esibizione e mi sono allenato diverso volte con Sinner. Sapevo che sarebbe arrivato ai vertici del tennis, ed è stato bello vederlo accadere. È lì da un po’ e sono sicuro che farà ancora meglio.

Conoscevo già Alcaraz, ma per lui è arrivata la svolta quando io ero fuori. Ho visto alcune sue partite, perché ha vinto il torneo di Umago e poi ha perso a Kitzbuehel contro un tennista austriaco( Alexander Erler, ndr) .

Ho visto tutta la partita in quel caso. È subito stato chiaro che non avrebbe impiegato molto tempo a sfondare nel circuito maggiore e raggiungere la top 10. Spero di poterli affrontare presto. È sempre elettrizzante giocare contro nuovi tennisti. Posso immaginare che non sarà molto divertente. Sarà veramente dura contro di loro” .