Schiavone sul futuro di Jannik Sinner e Berrettini: "Saranno anni straordinari"



by   |  LETTURE 7436

Schiavone sul futuro di Jannik Sinner e Berrettini: "Saranno anni straordinari"

Presso l’Aspria Harbour Club Milano, Francesca Schiavone ha presentato il suo nuovo progetto SCHIAVONE TEAM LAB. Un progetto orientato alla ricerca di un perfetto equilibrio e combinazione fra componente tecnica e fisica.

L’ex campionessa azzurra ha deciso di lanciarsi in una entusiasmante avventura con l’obiettivo di trasmettere la sua passione e le sue conoscenze ai ragazzi e alle ragazze che sognano di diventare tennisti professionisti.

“È un progetto nato dalla mia passione per il tennis” , ha spiegato la Schiavone nel corso della presentazione ufficiale. “Dopo quasi 20 anni di risultati ad alto livello, e una parentesi da allenatrice, questo rappresenta un nuovo capitolo della mia vita tennistica.

È arrivato il momento di trasmettere ai giovani e ai professionisti le mie conoscenze e la mia esperienza in modo professionale e strutturato” .

Francesca Schiavone esalta Sinner e Berrettini

Francesca Schiavone ha anche trovato il tempo di dedicare un meraviglioso pensiero al tennis italiano elogiando nello specifico Jannik Sinner e Matteo Berrettini.

“È un momento bellissimo per il tennis italiano” , ha confessato la vincitrice della 109ª edizione del Roland Garros ai microfoni della Gazzetta dello Sport. “Non possiamo ancora utilizzare il termine ‘straordinario’ , perché né Matteo né Jannik hanno vinto uno Slam.

Però sono molto vicini a questo traguardo. Sono due persone splendide, due grandi atleti. Lavorano tanto e si dedicano completamente a questo sport. Pensano molto anche alla comunicazione e ai giovani, perché so che fanno tante piccole cose molto belle e utili.

Sono degli esempi. Questo è un momento importante. Saranno dieci anni straordinari” . Dopo aver sfiorato l'impresa contro Novak Djokovic ai quarti di finale dei Championships, Sinner tornerà in campo al torneo ATP 500 di Amburgo.

Torneo a cui prenderanno parte tennisti del calibro di Carlos Alcaraz, Andrey Rublev e Diego Schwartzman. Berrettini, che ha dovuto rinunicare a Wimbledon a causa della positività al Covid-19, ha invece deciso di ripartire da Gstaad.

Il romano ha vinto il suo primo torneo nel circuito maggiore proprio proprio in Svizzera nel 2018 battendo in finale Roberto Bautista Agut.