Jannik Sinner vede il bicchiere mezzo pieno e sogna in grande: "Sono orgoglioso"

Il tennista italiano ha analizzato con molta lucidità il match perso in cinque set contro Djokovic

by Antonio Frappola
SHARE
Jannik Sinner vede il bicchiere mezzo pieno e sogna in grande: "Sono orgoglioso"

Esistono sconfitte che hanno il potere di aggiungere un nuovo e fondamentale tassello nella crescita di un giovane atleta. Jannik Sinner ha lottato come solo i veri campioni sono capaci di fare e ha sfiorato l’impresa contro il sei volte campione di Wimbledon Novak Djokovic.

L’altoatesino ha conquistato con grande autorevolezza i primi due set della sfida con il serbo e mostrato al mondo, qualora ce ne fosse ancora bisogno, i suoi continui miglioramenti e il suo immenso talento. Djokovic è poi riuscito a rialzare la testa nel terzo parziale e ha completato l’ennesima clamorosa rimonta in carriera, la terza sui prati dell’All England Club.

Considerando l’invidiabile forza mentale che ha dimostrato di possedere Sinner in più di un’occasione, la sconfitta contro Djokovic non potrà fare altro che offrire al tennista azzurro l’opportunità di crescere e di trasformare questa esperienza in energia positiva.

Le parole di Sinner dopo la sconfitta contro Djokovic

“È stata una partita dura. Ho giocato molto bene fino al quarto set. Credo di aver giocato nella maniera corretta anche nel quinto set. Mi è mancato il colpo finale, ma penso di poter essere orgoglioso di quello che ho fatto in questo torneo.

Spero mi conferisca molta fiducia per il futuro" , ha dichiarato Sinner in conferenza stampa. "Al meglio dei cinque set, quando sei sotto 0-2 e giochi ogni parziale nel miglior modo possibile, puoi sempre recuperare. Nel terzo set, mi sono ritrovato sotto 0-15 e ho sbagliato un comodo dritto.

Lui ha poi giocato un grande punto. Invece di essere 15-40 ero 0-40 e mi ha brekkato. Novak ha iniziato a giocare meglio da quel momento. Nel quinto ho provato a fare qualcosa in più, perché lui era padrone degli scambi.

Sapevo che avrebbe fatto qualcosa per cambiare la situazione. Ho provato a fare del mio meglio, spero di poter giocare ancora meglio in futuro. Ho alzato il livello partita dopo partita, questo mi ha dato molta fiducia e mi aiuterà i prossimi anni a Wimbledon.

Ho dimostrato di poter esprimere un ottimo livello anche su questi campi, proverò a lavorare ancora più duramente. Oggi è stato speciale giocare su questo campo. Novak è uno dei migliori tennisti di tutti i tempi” .

Sinner si è poi soffermato sulle diverse sessioni di allenamento che ha avuto l’opportunità di effettuare con Djokovic durante la prima settimana londinese. “Abbiamo uno stile di gioco simile. Mi piace allenarmi con lui, perché colpisce molto bene la palla e tiene sempre alto il ritmo.

In qualche modo può aiutarti questa cosa, perché sai cosa aspettarti durante la partita. Ci siamo allenati insieme dopo i primi due turni. È speciale allenarti con lui, il campo è sempre pieno e puoi divertirti con gli spettatori” .

Jannik Sinner
SHARE