"È il minimo": Jannik Sinner ambizioso in vista della super sfida vs Novak Djokovic



by   |  LETTURE 14231

"È il minimo": Jannik Sinner ambizioso in vista della super sfida vs Novak Djokovic

Jannik Sinner è il più giovane azzurro a conquistare i quarti di finale di Wimbledon. L’impresa dell’altoatesino è arrivata dopo quattro set vinti agli ottavi di finale contro Carlos Alcaraz: la sfida tra Next Gen è stata vinta dal più “anziano” dei due, con il punteggio di 6-1, 6-4, 6-7, 6-3.

“È stato molto difficile”: così ha esordito in conferenza stampa Jannik Sinner. “Lo sapevo prima. Il livello di entrambi era molto buono. Ho cercato di rimanere punto a punto. Avevo le mie occasioni nel terzo set, ma non le ho sfruttate.

La mia intenzione era di non abbassare mai il livello. È stato un po' difficile per me all'inizio del quarto parziale, e alla fine è stato tutto molto vicino”, ha dichiarato il numero uno italiano.

Ad affrontarsi sul Campo Centrale ci sono stati due dei tennisti considerati il futuro di questo sport: Jannik Sinner, di età 20; Carlos Alcaraz, neo 19enne. “Penso che oggi abbiamo entrambi mostrato un ottimo livello di tennis e un ottimo atteggiamento.

Si spera che sia così per il futuro, ma non lo sappiamo mai. Siamo i due più giovani, quindi vedremo. È positivo per il tennis che emergano nuovi nomi”, ha detto il vincitore del quarto turno tutto mediterraneo.

La sfida contro Djokovic

Con la vittoria contro il numero due spagnolo, Jannik Sinner affronterà ai quarti di finale il detentore del titolo, Novak Djokovic. “Sarà una partita difficile, senza dubbio. – ha detto il vincitore delle ATP Finals Next Gen - Sta giocando in maniera molto solida.

Cercherò di fare del mio meglio. È il minimo che possa fare. Mi godrò ogni momento in campo, come ho fatto oggi. È stato un momento molto speciale sul Campo Centrale. Vedere gli spalti divertirsi e cantare è stato qualcosa di incredibile.

Spero che nel prossimo round sarà lo stesso. Cercherò di recuperare bene e di essere preparato per la battaglia”. Con questo risultato, inoltre, Sinner ha raggiunto i quarti di finale su ogni superficie a livello Slam (Australian Open, Roland Garros e ora Wimbledon).

“Ho dimostrato che quest'anno ho molta costanza. Ho fatto molti quarti di finale. Sono migliorato fisicamente e per arrivare alla seconda settimana in uno Slam bisogna essere in buona forma fisica. Voglio continuare su questa strada, sapendo che ho ancora molto da migliorare.

Nei prossimi sei mesi vedremo come mi evolverò. La mia vittoria contro Isner mi ha dato molta fiducia per fare bene sull'erba. Non avevo mai vinto prima su questa superficie”: così ha concluso la sua conferenza stampa l’unico italiano rimasto nel tabellone di Wimbledon.