"So come fare": Carlos Alcaraz è ottimista in vista del match contro Jannik Sinner

Il tennista iberico ha parlato dopo la netta vittoria su Otte

by Mario Tramo
SHARE
"So come fare": Carlos Alcaraz è ottimista in vista del match contro Jannik Sinner

Alla vista del sorteggio di Wimbledon tutti gli appassionati di tennis avevano sorriso a questa possibilità, ma visto la superficie l'Ottavo di finale tra Carlos Alcaraz e Jannik Sinner era tutt'altro che scontato.

Sia lo spagnolo che l'altoatesino hanno dovuto superare importanti ostacoli, ma nella giornata di domani vedremo il primo confronto Slam tra quelli che vengono considerati come il futuro di questo sport. Da un lato Carlos fa progressi evidenti, match dopo match, e dopo solo tre gare su erba sembra ormai aver già trovato la quadra.

Il tedesco Otte era un avversario complicato visto la superficie ma il tennista murciano lo ha letteralmente disintegrato. Ora la sfida contro Jannik, lo spagnolo parte favorito visto i precedenti e la superficie ma lo scontro si preannuncia emozionante.

In conferenza stampa Carlos ha parlato del match vinto e di questa tanto attesa quanto imminente sfida, Sinner ed Alcaraz sono il futuro e finalmente potremo vederli di fronte in un torneo dello Slam.

Le parole di Alcaraz in conferenza stampa

In conferenza stampa il tennista iberico ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Contro Otte ho giocato in maniera incredibile, senza dubbio è stata la mia miglior prestazione nel torneo.

Sono davvero contento del livello offerto e spero di mantenerlo anche nelle prossime sfide. Sinner? È un ottimo tennista, gioca in maniera fantastica e sta offrendo un buon livello in questo torneo. Ha vinto match difficili e sarà un turno difficile.

È sempre dura giocare contro di lui ma adoro queste sfide. Io e Jannik siamo i tennisti più giovani rimasti in tabellone, forse i più talentuosi, ma in generale il mondo del tennis sta lanciando diversi giovani che giocano molto bene.

Io e lui abbiamo un ottimo rapporto fuori dal campo, spesso scherzo con lui negli spogliatoi mentre conosco il suo modo di giocare. Ci siamo sfidati a Parigi lo scorso anno (cemento) e so come devo giocare questo match". Parlando dei tornei e di Wimbledon in generale Alcaraz aggiunge: "Ogni match è una guerra, in ogni game puoi fare una gran prestazione o un game orrendo.

Lunedì è stato il primo match sull'erba ed è stata durissima, Struff poi è molto forte. In quattro o cinque giorni impari a giocare su questa superficie ed ora mi sento a mio agio. Più ore trascorro in campo e maggiore è la crescita.

Ormai mi sento preparato, sull'erba bisogna essere aggressivi, andare spesso a rete e non devo lasciare giocare il mio avversario. Contro Otte ci sono riuscito ma spero di ripetermi anche nella prossima sfida".

Carlos Alcaraz Jannik Sinner
SHARE