"Sto cercando di abituarmi": Jannik Sinner spiega l'approdo agli Ottavi di Wimbledon



by   |  LETTURE 1577

"Sto cercando di abituarmi": Jannik Sinner spiega l'approdo agli Ottavi di Wimbledon

Inizialmente in pochi immaginavano di vederlo a questo punto del torneo, il suo ruolino di marcia era di 0 vittorie e 6 sconfitte sull'erba e quindi Jannik Sinner è arrivato a questo torneo di Wimbledon senza particolari pretese.

Nei primi turni contro Wawrinka ed Ymer ha approfittato di avversari non irresistibili e Jannik sembrava avere ancora difficoltà ma è al terzo turno del torneo londinese che c'è stata la svolta. Sinner ha offerto una grande prestazione, concesso poco o nulla e vinto in tre set contro John Isner, di certo non l'ultimo arrivato qui a Wimbledon.

Tanta soddisfazione, emozioni e un Jannik raggiante per uno dei migliori match dell'anno. Buona prima, miglioramenti a rete e grande lettura di gioco per quello che, da questa settimana, sarà il numero uno italiano.

Ora nel weekend ci sarà una grande sfida, il match più atteso contro Carlos Alcaraz dove troveremo di fronte i più grandi giovani talenti attualmente nel circuito maschile.

Le parole di Sinner in conferenza stampa

In conferenza stampa Jannik ha trattato di tanti temi ed ha commentato la vittoria sul tennista americano, suo grande amico tra l'altro.

Ecco le sue parole: "Per me ad inizio settimana era importante vincere un match su questa superficie, quindi potete immaginare quanto io sia felice di essere negli Ottavi di finale. Tutto ciò significa tanto per me"

Commentando la sfida il giovane azzurro ha proseguito: "Sto cercando di fare del mio meglio, giorno dopo giorno, sto provando ad abituarmi all'erba ora ho migliori sensazioni, mi sento più fiducioso. Questo è importante.

Il match con Isner? Sono consapevole delle difficoltà, fin dall'inizio sapevo che non c'era ritmo ma lo sapevo già prima del match. Ho cercato di prepararmi nel miglior modo possibile e penso di esserci riuscito"

Molto importante per la vittoria di Jannik è stato conquistare il secondo set al tie-break con l'azzurro che ha di fatto spento ogni speranza del 'gigante' americano.