"È lui il favorito": Jannik Sinner rivela chi può vincere Wimbledon



by   |  LETTURE 3505

"È lui il favorito": Jannik Sinner rivela chi può vincere Wimbledon

Essere tra le prime dieci principali teste di serie a Wimbledon è un onore - come ha dichiarato ormai a poche ore dal debutto ufficiale lo stesso atleta - ma anche un onere a dare il massimo e a raggiungere un discreto risultato, nonostante la superficie non è tra le più congeniali.

Jannik Sinner comincerà la sua avventura nel terzo torneo del Grande Slam della stagione con un obiettivo importantissimo che supera tutti gli altri: vincere la prima partita su erba in un main draw. I tentativi sono partiti nel lontano 2019 e nessuno è ancora andato a segno, compreso qualche giorno fa a Eastbourne (sconfitta con lo statunitense Tommy Paul abbastanza evitabile).

Il sorteggio, osservando il primo e secondo turno, darà buone occasioni all'altoatesino di spingersi un po' oltre nel tabellone. Per battere qualunque avversario, dai meno ai più esperti su questa superficie, l'azzurro dovrà trovare le giuste sensazioni fin dall'esordio ed essere efficace soprattutto al servizio, come dimostrato comunque in larghi tratti nell'ultimo match giocato con l'americano.

Lunedì l'avversario sarà lo svizzero Stan Wawrinka, che utilizzerà specialmente l'arma dell'esperienza per provare a superare il ragazzo nativo di San Candido.

L'intervista

Il talentuoso 20enne è stato intervistato ai microfoni di Sky Sport: "La preparazione sta andando bene, anche se giocare una partita è sempre diverso.

A Eastbourne è stato un buon primo match. Mi sento meglio, la cosa più importante è essere felici e divertirsi in campo" ha commentato il numero 13 al mondo. Sinner ha deciso di sbilanciarsi sul possibile vincitore a Londra: "Dopo la vittoria a Stoccarda e al Queen's, Matteo Berrettini è il favorito anche per vincere il torneo.

Sono contento che stia bene fisicamente, gli auguro il meglio. Ci sono tanti italiani e vedere tanti connazionali ogni giorno in campo è la cosa più bella" ha aggiunto. Poi sull'inizio dei lavori col super coach australiano Cahill: "Sono molto felice del mio team e delle persone che ho attorno.

Sono tranquillo, ci alleniamo duramente e stiamo bene insieme sia fuori che dentro il campo. Stiamo lavorando sul servizio slice, che devo migliorare. Darren mi ha detto che ho un ottimo slice, a volte facciamo anche dei giochini su questo. Il divertimento fa parte del tennis e tutto sta andando bene" ha concluso.