Jannik Sinner e Matteo Berrettini, presto uno dei più insoliti sorpassi della storia



by   |  LETTURE 8777

Jannik Sinner e Matteo Berrettini, presto uno dei più insoliti sorpassi della storia

Matteo Berrettini e Jannik Sinner rappresentano il presente ed il futuro del nostro tennis. Raramente era capitato nella storia di avere due tennisti così ai vertici del circuito ed i due, negli ultimi dodici mesi, hanno portato tantissime persone ad appassionarsi al nostro sport.

In questo momento i due vivono due fasi totalmente differenti: da un lato Berrettini è tornato alla grande dopo quasi tre mesi di assenza ed ha inanellato la vittoria di due tornei consecutivi, il successo prima a Stoccarda e poi recentemente al Queen's, bissando la vittoria dello scorso anno.

Matteo stesso si è detto sorpreso riguardo questi successi, soprattutto visto il recente infortunio che lo aveva colpito. Il romano ha reagito alla grande ed ha mostrato ancora una volta grande affinità con una superficie come l'erba.

Ora Berrettini è uno dei favoriti allo storico torneo di Wimbledon, torneo che andrà in scena tra pochi giorni. L'azzurro è probabilmente il principale favorito, subito dopo due mostri sacri come Novak Djokovic e Rafael Nadal.

Dall'altro lato invece c'è il ventenne altoatesino Jannik Sinner, reduce da uno dei momenti più complicati della sua giovanissima carriera.

Le ultime su Berrettini e Sinner

Jannik ha cambiato totalmente il suo staff negli ultimi mesi e soprattutto ha giocato molto poco, a causa di diversi problemi fisici.

Dal Covid fino alle vesciche, senza dimenticare i problemi addominali, un 2022 fino ad ora davvero 'da dimenticare ' Berrettini e Sinner vivono un momento totalmente differente eppure a breve il giovane azzurro effettuerà il sorpasso.

La decisione degli organizzatori di Wimbledon di annullare i punti di quest'anno permette a Sinner di effettuare il sorpasso ai danni di Berrettini e diventare così il numero uno azzurro. Berrettini ha la chance di vincere Wimbledon ma il controsenso è che rischia di uscire addirittura dalla Top 20.

Una decisione che ha portato numerose critiche e che lo stesso tennista azzurro non ha apprezzato. Ovviamente incide nel sorpasso anche il recente infortunio di Berrettini, ma senza dubbio questo potrebbe essere il cambio al vertice (per i colori italiani) più strano della storia.