Jannik Sinner, nuovo importante indizio sul suo futuro



by   |  LETTURE 6128

Jannik Sinner, nuovo importante indizio sul suo futuro

Continui cambiamenti coinvolgono Jannik Sinner. Tutto è iniziato ad inizio di questa nuova stagione, con la rottura dell’azzurro con lo storico coach, Riccardo Piatti: la coppia ha conquistato le Next Gen ATP Finals, cinque titoli ATP, la Top 10, la finale di un Masters 1000 e, infine, l’ingresso alle ATP Finals, dopo l’infortunio di Matteo Berrettini.

A sostituire l’allenatore lombardo è arrivato Simone Vagnozzi, ex tennista ed ex coach di Marco Cecchinato. Con il cambio di coach, a mano a mano tutto lo staff del numero due d’Italia è modificato.

È arrivato, innanzitutto, un nuovo fisioterapista: Jerome Bianchi, che è stato già al fianco di una giocatrice come Maria Sharapova e di un tennista del livello di Stefanos Tsitsipas. Nuovo ingresso anche per quanto riguarda il preparatore atletico, con l’arrivo di Umberto Ferrara.

Quest’ultimo aveva già lavorato con Vagnozzi nell’esperienza con Marco Cecchinato, quando l’azzurro ha conquistato il suo miglior risultato in carriera, ossia la semifinale di Roland Garros del 2018.

Ad inizio anno, tuttavia, Jannik Sinner aveva parlato dell’arrivo di un super coach, che avrebbe affiancato lo staff già presente. Ad Eastbourne, nelle settimane che anticipano Wimbledon, l’allenatore tanto atteso è arrivato: si tratta di Darren Cahill.

La conferma sui social

Ad Eastbourne, è arrivata la notizia del super coach di Jannik Sinner: si tratta dell’ex tennista australiano Darren Cahill, colui che ha portato (e riportato) giocatori come Lleyton Hewitt e Andre Agassi alla prima posizione della classifica mondiale.

La conferma di questo nuovo ingresso sembrerebbe arrivare dalle storie Instagram proprio della new entry: la foto con tre racchette posizionate sull’erba e l’emoticon della volpe, che fa riferimento proprio a “Jan the Fox”, l’appellativo di Sinner.

Cahill, dunque, ha raggiunto il numero tredici del mondo in Inghilterra per preparare la stagione sull’erba, non ancora iniziata per lui. Prima sarà ad Eastbourne come seconda testa di serie del tabellone; poi il grande appuntamento a Wimbledon.