L'obiettivo di Musetti: raggiungere il livello di Carlos Alcaraz e Jannik Sinner



by   |  LETTURE 2116

L'obiettivo di Musetti: raggiungere il livello di Carlos Alcaraz e Jannik Sinner

Lorenzo Musetti scenderà regolarmente in campo alla prossima edizione del Roland Garros. Il 20enne di Carrara si era infortunato durante il riscaldamento del match contro Alexander Zverev al Mutua Madrid Open ed era poi stato costretto ad alzare bandiera bianca nel secondo set.

L’azzurro ha rimediato un risentimento muscolare al quadricipite sinistro e ha saltato gli Internazionali BNL d’Italia. “Ciao Ragazzi. Finalmente ho fatto l’ultimo esame per vedere l’evoluzione dell’infortunio e per fortuna ho avuto buone notizie che mi permetteranno di scendere in campo a Parigi…Un grazie particolare a tutto lo staff medico della federazione” , ha scritto Musetti sul proprio account Twitter per annunciare la sua presenza a Parigi.

Musetti: "Alcaraz e Sinner sono due fenomeni"

In un’intervista esclusiva rilasciata al quotidiano “Il Corriere dello Sport” , il giovane tennista italiano ha parlato proprio del suo attuale stato di forma dei suoi principali obiettivi.

"Ora sto bene. Dopo una settimana di cure romane lunedì ho fatto l’ultima risonanza che ha dato un buon esito, la lesione si è cicatrizzata e quindi sono pronto. Spero di arrivare al meglio a Parigi, senza pensare troppo a quello che è stato" .

Musetti si è poi soffermato sul livello dei migliori giocatori del mondo. "Tutti sono ancora più professionisti, curano molto i dettagli, il livello medio è altissimo e i più forti come Carlos Alcaraz e Jannik Sinner, sono davvero dei fenomeni.

Spero di raggiungerli e di entrare presto in quella cerchia ristretta di giocatori. Si punta a sfondare il muro della top-50, ma il target è sempre quello di giocare quante più partite possibili, fare esperienza e continuare a maturare sia dentro che fuori dal campo" .

Dopo aver vinto il torneo ATP 500 di Barcellona e il Masters 1000 Madrid, Alcaraz è considerato uno dei favoriti al Roland Garros. Al Mutua Madrid Open, lo spagnolo è diventato l'unico tennista della storia a battere Novak Djokovic e Rafael Nadal nello stesso torneo sulla terra battuta.