Il terrificante dato che mina le certezze di Jannik Sinner



by   |  LETTURE 9476

Il terrificante dato che mina le certezze di Jannik Sinner

Jannik Sinner è caduto ai Quarti di finale degli Internazionali d'Italia, perdendo in due set contro Stefanos Tsitsipas ed evidenziando ancora una volta il più grande problema finora di questa sua giovanissima carriera.

Anche in questo torneo il giovane fenomeno altoatesino ha evidenziato progressi, interessanti indicazioni ed anche contro Tsitsipas abbiamo visto un livello altissimo mostrato nel corso del primo set, proprio contro quel Tsitsipas che pochi mesi fa, durante i Quarti degli Australian Open, distruggeva ogni velleità del tennista italiano.

La verità è, che, nonostante i diversi problemi fisici che hanno colpito Jannik nel corso di questa stagione, l'azzurro riesce sempre a fare ciò che deve fare, batte quasi sempre i tennisti che si trovano sotto di lui in classifica (a volte con qualche sofferenza di troppo), ma non riesce ad andare oltre.

Lo scorso anno ha sfiorato la vittoria di un 1000 con la finale contro Hurkacz, ma fu agevolato da un sorteggio agevole e diverse assenze nel torneo, ma solitamente sia nei 1000 che nei tornei del Grande Slam, Jannik deve fare i conti con un inquietante dato.

Jannik Sinner e l'incredibile dato contro i Top 5

Nel corso della sua giovane carriera Sinner ha ottenuto Quarti Slam, semifinali e finali nei 1000, ma quasi sempre è stato fermato sul più bello e sempre contro i tennisti di alta classifica.

Nella sua carriera Sinner ha un inquietante dato di 0 vittorie e 12 sconfitte contro i tennisti presenti in Top 5. Quasi sempre sconfitte nette e senza scampo con l'unica eccezione del match alle Finals contro Medvedev, incontro particolare dove il russo era già qualificato e giocava con motivazioni differenti dall'azzurro.

Nonostante ciò anche in quell'occasione l'altoatesino lotto' ma fu costretto alla resa, l'ennesima finora. Nadal, Djokovic, Medvedev, Tsitsipas e Zverev in primis ma anche le nette sconfitte con Alcaraz (un potenziale Top 5 oramai) preoccupano Sinner e tutti i suoi fan, con il dubbio insinuato in alcuni di questi, che, l'azzurro ha raggiunto il suo massimo potenziale in classifica.

Da qui probabilmente anche il suo recente cambio di coach ed un Jannik che deve lavorare sodo, crescere in colpi come il servizio (ed a rete) e lavorare per smentire questa idea. Per ora lo 0-12 pesa eccome e l'azzurro spera di ribaltare presto questo trend.