Atp Roma - Jannik Sinner convince contro Martinez. Derby azzurro al secondo turno



by   |  LETTURE 1835

Atp Roma - Jannik Sinner convince contro Martinez. Derby azzurro al secondo turno

Debutto ok, anche dal punto di vista del gioco. Jannik Sinner fa il suo e archivia in due set la pratica Pedro Martinez al debutto agli Internazionali Bnl d'Italia, in una bellissima cornice del campo centrale con un numeroso pubblico al seguito dell'evento serale.

L'altoatesino convince tutti con una prestazione dominante sul tennista spagnolo: un servizio in gran forma, che agevola tutto il resto, e l'atteggiamento aggressivo sia con il dritto che con il rovescio, scendendo più spesso a rete, sono le chiavi del successo del ragazzo allenato da coach Simone Vagnozzi.

Al prossimo turno l'atteso derby tutto italiano contro il ligure Fabio Fognini, in programma mercoledì 11 maggio non prima delle ore 19.

Il match

Nessuna paura o tensione per la gara d’esordio sul campo centrale a Roma, davanti a tantissimi tifosi azzurri.

Il 20enne di San Candido comincia il match determinato a voler mettere subito le cose in chiaro col suo avversario. Nei primi 15 punti giocati, il parziale di 12-3 ha consentito all’italiano di conquistare il break e portarsi avanti sul 3-0, con un servizio ‘in palla’ e colpi profondi e potenti che non lasciano allo spagnolo chances di gioco o di contrattacco.

Il 25enne reagisce, entra in partita e con delle efficaci discese a rete sblocca la propria casella di game nel primo set. I miglioramenti nel gioco dell’italiano cominciano a vedersi: Jannik decide di essere più aggressivo sulla seconda dell’avversario e avanzare più spesso a rete.

L’iberico prova a restare aggrappato al punteggio ma una battuta in grande spolvero dell’altoatesino ha confermato il vantaggio (5-2). Martinez tiene il servizio a 0 e riesce a impensierire il rivale alla prima occasione di chiudere il parziale: Sinner concede una palla break e al termine di un duro scambio deve cedere.

L’attuale 13 al mondo però non si scompone, continua a giocare il suo tennis di buonissimo livello e conquista il set senza andare ai vantaggi (6-4). Al rientro in campo il dominio dell’azzurro resta e Martinez non è in grado di trovare le giuste contromisure per spezzare l’ottimo rendimento dell’avversario, decisamente in giornata e con pochissimi errori concessi.

Sempre con un servizio potente, che mette in difficoltà lo spagnolo in risposta, Sinner prende le redini anche del secondo parziale. In apertura Jannik si ripete e sale subito 3-0. Si rivede in molti tratti lo stesso andamento del primo set, con Martinez che riesce quanto meno a confermare i turni di battuta e avere pochissime possibilità in risposta.

Il 4-1 è praticamente servito, grazie ad altre prime dell’azzurro. Il match procede abbastanza rapidamente 'on serve': l'altoatesino appena si ritrova a servire per il match non spreca l'opportunità e chiude l'incontro (6-3).