Zugarelli su Jannik Sinner: "Preferisco guardare Nick Kyrgios e Carlos Alcaraz"



by ANTONIO FRAPPOLA

Zugarelli su Jannik Sinner: "Preferisco guardare Nick Kyrgios e Carlos Alcaraz"

“Non ero mica Gerulaitis, io, ricco di famiglia. Sono nato ai margini. Prendevo la palla ai ricchi che giocavano. È così che mi sono accostato al tennis. Da raccattapalle. Non ero benestante come Nicola Pietrangeli e perfino Panatta rispetto a me era un privilegiato: era il figlio del custode del circolo Parioli, almeno uno stipendio fisso in casa entrava.

Mio padre faceva il carpentiere. Al mattino usciva di casa solo se c’era lavoro. Io sono nato in una casa abusiva di una stanza sola con un tetto di lamiera, fatta in quattro e quattr’otto, dove stavamo in cinque” .

Tonino Zugarelli è sempre stato definito il “quarto uomo” della squadra italiana di Coppa Davis capace di vincere la storica manifestazione nel 1976. L'ex tennista azzurro ha dovuto compiere un numero infinito di sacrifici per poter giocare a tennis e, a differenza di molti altri colleghi, non ha avuto la possibilità di crescere in un ambiente "ricco" .

Zugarelli su Jannik Sinner: "Preferisco guardare Kyrgios e Alcaraz"

In un’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica, Zugarelli ha espresso il suo punto di vista sul tennis moderno e parlato dei giocatori capaci di intrattenere il pubblico anche per meriti non sempre sportivi.

“Intendiamoci. Io penso che Jannik Sinner sia un grande campione, ma se ho due giocatori davanti e posso scegliere, mi piacciono quelli che hanno fantasia. Nick Kyrgios è matto? Fabio Fognini è matto? Può darsi, ma la gente si diverte.

Oppure guardo Carlos Alcaraz. Non sto dicendo che Sinner non mi piace. Dico che tra lui e Matteo Berrettini, preferisco un ace e una volée dell’altro. Lo spettacolo è libero mercato. A uno piace Tizio, a me piace Caio” .

Zugarelli si è infine soffermato sull'esclusione dei tennisti russi e bielorussi da Wimbledon. "È colpa di Daniil Medvedev e Andrey Rublev, se il loro governo ha invaso l’Ucraina? Ai tennisti si deve chiedere di giocare, non di firmare dichiarazioni contro questo o quel capo di governo.

Esiste una federazione internazionale. Se vuole tenerli fuori, la decisione deve venire da lì. Anche a noi chiedevano di prendere una posizione. Fece comodo alla sinistra, usare le nostre vittorie per porre una questione politica" .

Jannik Sinner Nick Kyrgios Carlos Alcaraz