Jannik Sinner: "Non mi sono sentito bene. E su Nick Kyrgios..."



by   |  LETTURE 27383

Jannik Sinner: "Non mi sono sentito bene. E su Nick Kyrgios..."

La capacità di restare mentalmente in partita, nonostante le grosse difficoltà a livello fisico che hanno messo a dura prova la sua concentrazione. Jannik Sinner è stato abile a superare il francese Benjamin Bonzi in condizioni decisamente non al top, dimostrando grande maturità e ottima gestione di determinate situazioni spiacevoli che possono registrarsi nel corso di un match.

L'altoatesino si è dunque conquistato l'accesso agli ottavi di finale del primo Master 1000 della stagione a Indian Wells, pareggiando quanto meno il risultato del 2021 (arrivò sconfitta con lo statunitense Taylor Fritz).

Durante il primo set, proprio mentre doveva servire sotto 5-4, l'azzurro ha accusato evidenti problemi allo stomaco, richiedendo anche una consultazione con un membro dello staff medico nel corso di un cambio campo. Dopo alcuni sorsi di una bibita gassata, il numero 10 al mondo ha fronteggiato e annullato due set point, combattutto con determinazione contro il suo avversario e ottenuto al tie-break il parziale.

Le problematiche hanno influenzato la prestazione dell'italiano, che ha commesso troppi errori rispetto agli standard e non è mai riuscito a ipotecare definitivamente la sfida. Sono serviti alla fine 2 ore e 38 minuti per fare suo comunque un incontro importante, per poter proseguire l'avventura in California.

Le sue parole

In conferenza stampa Sinner non è entrato troppo nel merito di quello che gli è accaduto ma ha spiegato: "Non mi sono sentito bene, ma non voglio parlare di quello che ho avuto. Per fortuna mi sono ripreso.

Credo che l'assenza di sole, visto che abbiamo giocato di sera, mi abbia aiutato. Lui ha disputato una bella gara, bene soprattutto dalla parte del rovescio" ha sottolineato. Poi ha proseguito: "La cosa fondamentale era rimanere in partita, di trovare delle soluzioni quando non giochi bene.

Sentivo di dover fare di più e nei punti cruciali ci sono riuscito" Il confronto con Nick Kyrgios promette scintille: "Sarà difficile. Non ho mai giocato e non mi sono mai allenato con lui. È tosta, sappiamo quanto è forte" ha concluso.