Furlan fa una grande previsione sull'Italia di Jannik Sinner e Matteo Berrettini



by   |  LETTURE 7226

Furlan fa una grande previsione sull'Italia di Jannik Sinner e Matteo Berrettini

È stato un importante tennista della storia del nostro tennis ed ha raggiunto in passato risultati come i Quarti di finale al Roland Garros del 1995 e i Quarti ai Giochi Olimpici del 1996. L'ex tennista veneto Renzo Furlan, best Ranking numero 19 delle classifiche mondiali, ha rilasciato un'intervista al Corriere del Veneto dove ha trattato di tanti temi.

Attualmente è il coach della giovane tennista Jasmine Paolini ma Furlan ha parlato anche del tennis italiano e del suo gran momento. L'talia ha due tennisti nella Top Ten e viene riconosciuta da molti come una delle squadre più forti al mondo, Furlan a riguardo ha commentato: "L’Italia si trova attualmente nel momento migliore della storia del tennis maschile.

Ci sono Matteo Berrettini, Lorenzo Sonego, Jannik Sinner, Lorenzo Musetti, Luca Nardi, Flavio Cobolli… Credo che per i prossimi dieci anni siamo a posto. Speriamo che valga anche per le donne dopo il periodo che aveva visto 4 ragazze straordinarie: Flavia Pennetta, Francesca Schiavone, Roberta Vinci e Sara Errani.

E quel tempo credo sia difficile possa ritornare. Coppa Davis? Mi aspetto una vittoria dell'Italia entro i prossimi tre anni, anzi dico che mi stupirei molto se non la vincessimo" Negli ultimi giorni l'Italia ha dovuto affrontare la Slovacchia nei playoff di Coppa Davis: gli azzurri, privi del numero uno Matteo Berrettini e dell'esperto Fabio Fognini, hanno faticato più del previsto ma hanno battuto 3 a 2 la Slovacchia.

Decisive le vittorie dell'Italia 'giovane', due del numero dieci al mondo Jannik Sinner e la vittoria decisiva è stata ottenuta, al suo debutto in Davis, dal nostro Lorenzo Musetti, vincitore di una grande gara in rimonta.

Renzo Furlan e le parole su Jasmine Paolini

Furlan allena anche Jasmine Paolini, come abbiamo detto, ed adesso si trova in un'ottima posizione nel ranking (numero 44 al mondo ndr) ma tiene bene i piedi per terra: "La seguo assiduamente dal 2020 ed ora è numero 44 al mondo.

Non pensiamo però al ranking ma al come raggiungere quel particolare obiettivo, Jasmine è una grande lottatrice"