Jannik Sinner commenta le sue prestazioni in Coppa Davis



by   |  LETTURE 6899

Jannik Sinner commenta le sue prestazioni in Coppa Davis

Il suo compito lo ha portato a termine in modo molto solido e maturo, è mancata sicuramente la ciliegina sulla torta per essere soddisfatto a pieno delle prove offerte sulla Ntc Arena di Bratislava. Jannik Sinner ha terminato il suo turno preliminare in Coppa Davis con un bilancio di due vittorie in singolare e una sconfitta beffarda in doppio, maturata proprio al tie-break del terzo set.

L'altoatesino, giocatore di riferimento della formazione capitanata da Filippo Volandri, ha dato all'Italia due preziosi punti nel confronto con la Slovacchia, confermandosi imbattuto nell'individuale quando gioca indossando la maglia azzurra (8 match vinti su 8, comprendendo anche i tre di Atp Cup).

Nonostante delle difficoltà, il talentuoso 20enne è riuscito a fare sue le sfide contro due atleti da non sottovalutare come Norbert Gombos e Filip Horansky, soprattutto su cemento indoor (campo che ha comunque esaltato le caratteristiche del nativo di San Candido negli ultimi mesi, specialmente nel finale di annata 2021).

In doppio, insieme a Simone Bolelli, non ha sfruttato l'occasione di piegare la coppia slovacca favorita, con più di qualche rimpianto che resta nella sua testa.

Le parole al termine della gara

Sinner ha parlato dopo il match di singolare ai microfoni di SuperTennis, partendo nell'esprimere alcuni pareri sul doppio: "Non ci è girato benissimo.

Ho fatto quell'errore con la volèe di rovescio sul 3-2 nel tie-break, che ha un po' condizionato il resto. Avevamo più occasioni secondo me, soprattutto nel terzo set. I nostri turni di servizio scorrevano via abbastanza velocemente, loro facevano già più fatica" ha commentato.

Il numero 11 del ranking (nuovamente decimo dalla prossima settimana) ha poi disputato e vinto la sua seconda partita di singolare: "Era importante per me e per la squadra pareggiare sul 2-2. Lo stile di gioco di Horansky funziona perfettamente su questo tipo di campo, la palla non rimbalza tanto.

Era un avversario davvero tosto. Ho provato a fare il mio gioco, dopo che sono riuscito a trovare il contro-break nel primo parziale. Il mio servizio è migliorato nel corso della sfida. Il break in apertura di secondo mi ha aiutato, sono salito ulteriormente di energia e ho chiuso l'incontro in mio favore" ha concluso. Photo credit: Fit.