Matteo Berrettini e Jannik Sinner si scambiano grandi complimenti



by   |  LETTURE 3179

Matteo Berrettini e Jannik Sinner si scambiano grandi complimenti

Una sana “competizione” può spesso spingere due persone a dare il proprio meglio in relazione ai rispettivi obiettivi, che siano essi di vita o di carriera. Per gli amanti del calcio, ad esempio, basti vedere il rapporto tra due campionissimi come Lionel Messi e Cristiano Ronaldo; e nel tennis lo è stato per anni tra Roger Federer e Rafael Nadal, tra i quali si è poi ‘infilato’ Novak Djokovic e continua ad esserlo (sebbene lo svizzero abbia ben altri problemi in questo momento).

Non fanno eccezione anche dei connazionali come Matteo Berrettini e Jannik Sinner, rispettivamente numero uno e numero due italiano. I destini del romano e dell’altoatesino si intrecciano sempre di più con lo scorrere del tempo, col primo che è ormai un campione consolidato e il secondo che lo segue a ruota.

Non hanno potuto condividere la stessa parte di campo in Coppa Davis a causa dell’ennesimo infortunio di Berrettini, si sono però rifatti alla ATP Cup di inizio anno. Ora agli Australian Open, invece, ognuno prosegue per la sua strada, eppure continuano a essere in qualche modo legati.

Entrambi, infatti, hanno riscritto per l’ennesima volta la storia del tennis azzurro che non vedeva due italiani nei quarti di finale di uno Slam dal lontano 1973, ai tempi di Adriano Panatta e Paolo Bertolucci. “Competizione” – e non “rivalità” – è il termine usato da Matteo Berrettini, che in una intervista esclusiva concessa ad Eurosport Italia ha parlato del suo rapporto con Jannik Sinner.

Gli splendidi complimenti tra Berrettini e Sinner

È un duo da sogno quello composto da Matteo Berrettini e Jannik Sinner, che stanno sfavillando nei rispettivi percorsi agli Australian Open 2022. Pur proseguendo parallelamente, i due tennisti di vertice azzurri stanno scrivendo insieme pagine indimenticabili del tennis nostrano.

In una intervista esclusiva concessa ad Eurosport Italia è arrivato il ‘botta e risposta’ seppur da lontano tra Berrettini e Sinner, che si sono scambiati dei bellissimi complimenti: “Ho un bellissimo rapporto con Jannik, ci sentiamo e ci vediamo quasi tutti i giorni, parliamo delle partite – dice il romano −.

Tra di noi c’è una sanissima competizione, com’è giusto che sia. Avere un così bravo ragazzo, educato al mio fianco è una cosa bellissima per tutti gli appassionati e per me in primis.

Credo ci sarà una bella relazione, ci traineremo l’un l’altro” . Da qui la replica di Sinner: “Matteo è un bravissimo ragazzo e un bravissimo giocatore. Mi piace stare con lui e con il suo team, posso imparare tante cose.

In campo vuoi vincere contro chiunque, sarà più difficile perché i derby sono sempre più difficili. Ci sono tanti italiani che stanno facendo bene, come Bolelli e Fognini in doppio. Sono tutti dei bravissimi ragazzi” .