Hurkacz sicuro: "Jannik Sinner è il futuro del tennis mondiale"



by   |  LETTURE 7759

Hurkacz sicuro: "Jannik Sinner è il futuro del tennis mondiale"

Hubert Hurkacz è senza dubbio una delle più grandi rivelazioni della stagione. Il tennista polacco si è tolto tante soddisfazioni, ha vinto il suo primo Masters 1000 della carriera a Miami, ha battuto in finale l'azzurro Jannik Sinner.

Poi ha conquistato la semifinale a Wimbledon ed infine, oltre ad aver finito la stagione in Top Ten, ha debuttato alle Atp Finals. Il giovane polacco ha raccontato la sua stagione ai microfoni di Sport TVP ed ha parlato di tanti temi, dal suo futuro a Jannik Sinner e non solo.

Le dichiarazioni rilasciate da Hurkacz

Hurkacz ha parlato cosi riguardo la sua stagione: "È stato un anno molto buono, è la verità. Nel corso di questi mesi spesso mi sono sentito molto bene ed ho raggiunto quella regolarità in campo che cercavo da tempo.

Sono molto soddisfatto di tutto quello che ho ottenuto in questo 2021, ho vinto importanti titoli e ho partecipato alle Finals Atp. Quest'anno sono cambiate tante cose, quando ero nei Top 30 in pochi mi riconoscevano, ma con l'avvento dei risultati è cresciuto anche l'interesse per me ed ho ricevuto l'aiuto di sponsor di successo.

Dopo Miami forse ho avuto un po' di pressione, ma questo successo mi ha dato molto e mi ha consentito di superare altre barriere. Spero nel 2022 di ripetere la stagione di quest'anno. Le Nitto Atp Finals? Sono un torneo diverso dagli altri anche se il mio coach ha provato a trattarlo come gli altri e ridurre la tensione.

C'era un'atmosfera unica e ricevevamo un trattamento diverso rispetto a ciò che accade negli altri tornei. Infortunio? Un giorno prima del mio ultimo match alcuni giornali italiani hanno parlato affermando che ero infortunato, ma io stavo bene e non è mai stata in dubbio la mia presenza, ho avuto le mie chance ma Zverev ha fatto meglio.

Il futuro del tennis? Non posso non citare Jannik Sinner, ha 20 anni e può già giocare contro chiunque, è in Top Ten nonostante la giovane età. Oltre a lui c'è Carlos Alcaraz che quest'anno ha fatto un grande salto. Credo che entrambi saranno incaricati in futuro si guidare il tennis mondiale"