Pietrangeli esalta Jannik Sinner: "È un fenomeno, il prossimo anno in Top5"



by   |  LETTURE 6959

Pietrangeli esalta Jannik Sinner: "È un fenomeno, il prossimo anno in Top5"

L'avventura dell'Italia è finita prima del previsto con gli azzurri che sono usciti, anche abbastanza clamorosamente, dalla Coppa Davis contro la Croazia, battuti 2 a 1 contro la squadra di Cilic e soprattutto dei campioni di doppio Mektic e Pavic.

La nazione croata ha vinto il doppio decisivo, ma il punto che le ha dato la sorprendente vittoria riguarda il primo singolo dove Lorenzo Sonego è caduto a sorpresa contro il numero 279 al mondo, il numero due croato Gojo.

Tante difficoltà per il torinese, forse troppo emozionato, ed in certi versi troppo sprecone che hanno cosi dato la vittoria alla Croazia. A provare a trascinare gli azzurri c'è stato il giovane Jannik Sinner che ha pareggiato i conti ribaltando un match che lo vedeva in netta difficoltà contro l'ex numero 4 al mondo Marin Cilic.

Il tennista croato ha servito per il match nel secondo set, ma Jannik ha risposto per le rime ed ha vinto il parziale al tiebreak chiudendo poi i giochi nel terzo set. Tolto qualche passaggio a vuoto il suo esordio in Davis è stato di ottimo livello, ha vinto tutti e tre singoli contro Stati Uniti, Colombia e Croazia.

Le parole di Pietrangeli su Jannik Sinner

L'ex campione di tennis, leggenda del nostro sport in Italia, Nicola Pietrangeli, ha avuto bellissime parole nei confronti del giovane tennista altoatesino. Come riportato da Libero l'ex tennista ha esaltato le doti di Jannik ed ha pronosticato un futuro radioso per lui.

Ecco le le sue parole: "Fin da inizio anno ho detto che sarebbe entrato nei primi 10 al mondo e così e stato, per il prossimo anno prevedo un suo ingresso in Top 5 e penso possa restare qui per diverso tempo. Jannik è un fenomeno, basta sentire il rumore che la palla fa sulla sua racchetta, è diverso da tutti gli altri.

Penso che questo ragazzo può battere chiunque, compreso Novak Djokovic. Ha ragione Isner ed altri tennisti che ci hanno giocato in passato, i suoi margini di crescita poi sono incredibili"