Jannik Sinner: “Ho ancora tantissimo da imparare”



by   |  LETTURE 4006

Jannik Sinner: “Ho ancora tantissimo da imparare”

Una macchina, meno perfetta del solito, ma sufficiente per poter battere il suo rivale e consentire all’Italia di guadagnarsi l’accesso ai quarti di finale di Coppa Davis. Jannik Sinner ha ipotecato la vittoria della squadra azzurra sulla Colombia e di conseguenza il primo posto del girone, regolando in due set un buon Daniel Galan, che lo ha un po’ impensierito nel primo parziale prima di arrendersi all’incredibile forza dell’altoatesino.

Da 4-5 a 7-5, 6-0. Un parziale di nove giochi a zero da parte del nativo di San Candido, capace di cambiare ritmo nella fase cruciale del primo set e a inizio del secondo, facendo perdere riferimenti e speranze di rimonta all’avversario.

Il talentuoso 20enne si è così aggiudicato le sue due gare in singolare nei due giorni al PalaAlpitour, ottenendo due nettissimi 6-0 e concedendo in totale soltanto sette game ai suoi sfidanti.

Le parole di Sinner

Una grandissima condizione su una superficie lenta, che favorisce la tipologia di gioco del numero 10 al mondo, che ha dimostrato ancora una volta gli evidenti miglioramenti nel gioco a rete.

Al termine della sfida, ha affermato: “Sono stati due confronti molto complicati per entrambi, più di quanto ci si potesse aspettare alla vigilia, ma sono contento che siamo riusciti a spuntarla complessivamente.

Siamo stati bravissimi, il pubblico ci ha dato una grande mano: qui ho un grandissimo feeling, c’è un’atmosfera pazzesca”. “All’inizio era difficile perché non conoscevo benissimo Galan e non ho sfruttato per due volte il break.

Ho rallentato un po’ i ritmi e questo sicuramente mi ha aiutato. Poi il break in apertura del secondo set mi ha fatto sentire più libero” ha aggiunto. Poi ha proseguito, anche ai microfoni di SuperTennis: “In generale siamo un grande gruppo e questo contesto non fa che aiutarci tantissimo.

Abbiamo tanta esperienza pure in panchina, penso a Fabio Fognini e Simone Bolelli. Felice di aver centrato i quarti di finale, questo traguardo vuol dire tanto per noi”. “Ho ancora tantissimo da imparare, anche a livello di esperienza per quel che mi riguarda. Giocare qui resta una bellissima opportunità” ha concluso. Photo credit: Fanpage.