Piatti su Sinner: "Sono molto orgoglioso di lui"



by   |  LETTURE 7297

Piatti su Sinner: "Sono molto orgoglioso di lui"

Jannik Sinner ha disputato per la prima volta in carriera il Torneo dei Maestri ed è subito diventato il secondo giocatore italiano a vincere una partita nel più prestigioso evento del Tour ATP. L’altoatesino ha preso il posto di Matteo Berrettini, che è stato costretto a lasciare Torino a causa dell’infortunio agli addominali rimediato nel corso del primo incontro di Round Robin del Gruppo Verde contro Alexander Zverev.

Sinner ha sconfitto nettamente Hubert Hurkacz e ha poi sfiorato l’impresa con Daniil Medvedev, attuale numero due del ranking mondiale. L’altoatesino è riuscito a rialzare la testa dopo il pesante 6-0 subito nel primo parziale e solo il tie-break del terzo set ha premiato il russo, che è stato bravo ad annullare due match point e a onorare il suo impegno.

Piatti su Jannik Sinner: "Sono orgoglioso di lui"

Ai microfoni dell’ATP, Riccardo Piatti ha voluto elogiare Sinner per la grande stagione disputata. “Per me è stato difficile dormire; per Jannik non credo.

Abbiamo raggiunto l’impianto intorno alle 12:00, visto il fisioterapista e mangiato lì. Il presidente dell’ATP Andrea Gaudenzi gli ha poi consegnato un trofeo per aver chiuso l’anno in top 10" , ha spiegato l'allenatore italiano.

"È stato molto bello il fatto che un presidente italiano lo abbia premiato. Non credo sia successo molte volte. È qualcosa che ho sognato per lui, perché ho già vissuto questi momenti con i giocatori che ho allenato in passato.

Sono davvero orgoglioso di quello che sta facendo. Essere a Torino con un giocatore italiano che ho iniziato ad allenare da quando aveva 13-14 anni è incredibile. Gli ho detto che sono orgoglioso di lui, ma non solo per la vittoria contro Hurkacz.

Quando ha iniziato la stagione, l’obiettivo era proprio quello di raggiungere la top 10 ed essere alle ATP Finals di Torino. È riuscito a realizzare entrambi gli obiettivi e sono davvero orgoglioso del suo cammino” .