Sinner: "Contro Medvedev voglio il mio miglior tennis. Semifinali? Mi piacerebbe"



by   |  LETTURE 2473

Sinner: "Contro Medvedev voglio il mio miglior tennis. Semifinali? Mi piacerebbe"

Jannik Sinner ha vissuto un esordio da sogno alle Atp Finals di Torino 2021. L'azzurro, debuttante come riserva ed in campo solo a causa dell'infortunio occorso a Matteo Berrettini, ha lasciato solo quattro game al tennista polacco Hubert Hurkacz, prendendosi cosi non solo la sua prima vittoria alle Finals (primo italiano a vincere all'esordio alle Finals) ma anche la rivincita rispetto alla finale del Masters 1000 di Miami, torneo disputato lo scorso Marzo che vide trionfare Hurkacz dopo un lungo e ai limiti del drammatico match.

In conferenza stampa il tennista altoatesino ha parlato della bella vittoria contro Hubert, senza dubbio uno dei suoi più grandi amici nel circuito. L'azzurro ha chiarito i suoi obiettivi d'ora in poi, coltiva in fondo una speranza per le semifinali ma ha chiarito che il suo obiettivo primario è un altro ed in generale il suo obiettivo è ancora crescere.

Le parole di Sinner in conferenza stampa

Il numero due azzurro ha parlato cosi in conferenza: "Sono uscito in campo per dare il massimo, ovviamente sentivo un po' di pressione, soprattutto all'inizio ma giocare in Italia è speciale.

Mi piacciono le condizioni del campo, è molto simile a quelle delle NextGen Finals che ho vinto due anni fa, ora il mio obiettivo è giocare una gran bella gara contro Daniil Medvedev e so che dovrò dare il massimo se voglio avere qualche chance contro di lui.

Ovviamente mi piacerebbe arrivare in semifinale, ho fatto una grande stagione e vorrei poter completare l'opera qui" Grazie a questo successo Jannik ha superato in classifica Felix Auger-Aliassime e concluderà la stagione nella Top Ten.

L'azzurro ha parlato anche di questo nel corso della conferenza: "Significa davvero molto per me, era uno dei miei obiettivi all'inizio dell'anno. Ho sempre creduto nelle mie possibilità e sono consapevole che devo continuare ad imparare tante cose e migliorare ogni giorno come tennista e come persona"

Quattro titoli, una stagione ad altissimo livello ed ancora tanto per il giovane talento azzurro, chiamato ora a provare una nuova impresa con il sostegno di tutto il pubblico italiano.