Hurkacz su Sinner: "Mi dispiace per lui, siamo buoni amici"



by   |  LETTURE 7878

Hurkacz su Sinner: "Mi dispiace per lui, siamo buoni amici"

Hubert Hurkacz è stato l’ultimo tennista a staccare il pass per le ATP Finals di Torino 2021. Il polacco è riuscito a qualificarsi per il Torneo dei Maestri grazie alle semifinali raggiunte al Masters 1000 di Parigi-Bercy.

A perdere l’ottavo posto della Race è stato Jannik Sinner, che ha purtroppo lasciato l’evento francese al secondo turno contro uno strepitoso Carlos Alcaraz.

Hurkacz: "Mi dispiace per Jannik, siamo buoni amici"

In un’intervista esclusiva alla Gazzetta dello Sport, Hurkacz ha provato a descrivere le emozioni provate dopo aver ottenuto la qualificazione alle Finals e del suo amico Sinner.

"Mi dispiace per Jannik, siamo buoni amici, ci alleniamo insieme. La sua è stata comunque una stagione fantastica, ci è mancato pochissimo. Speriamo il prossimo anno di essere tutti e due qui insieme, intanto se potete, fate un po' il tifo anche per me...

Abbiamo iniziato ad allenarci insieme, poi sul circuito ci si vede spesso, si diventa un po' come una famiglia. Ci troviamo bene, però sul campo ognuno gioca per se stesso. Essere a Torino è un sogno che diventa realtà per me che ho iniziato a giocare a tennis che avevo 3 anni.

Alla fine è stata dura raggiungere la qualificazione, ci sono stati match in cui ho rischiato, ma sono contento di essere arrivato fino in fondo senza mai perdermi d'animo" . Hurkacz è stato inserito nel Gruppo Rosso insieme a Daniil Medvedev, Alexander Zverev e Matteo Berrettini.

Il giocatore polacco farà il suo esordio alle ore 14:00 e cercherà di mettere in difficoltà il numero due del mondo. In conferenza stampa, Medvedev ha spiegato: "Il tennis è fatto di alti e bassi, bisogna acquisire fiducia.

A Parigi lo scorso anno mi sentivo completamente fuori forma e scarico, con poca fiducia in me stesso e non ero sicuro di cosa avrei potuto ottenere negli ultimi due tornei della stagione. Ma ho ritrovato il mio tennis e la fiducia per vincerli entrambi. Sono stati sufficienti e mi hanno fatto capire che avrei potuto battere i migliori giocatori del mondo nel 2021" .