Jannik Sinner, le combinazioni per mantenere la top ten a fine stagione



by   |  LETTURE 5549

Jannik Sinner, le combinazioni per mantenere la top ten a fine stagione

L’obiettivo di fine stagione è ambizioso e importantissimo: mantenere la top ten nel ranking Atp e terminare il 2021 come uno dei dieci giocatori migliori del mondo. Jannik Sinner ha fissato la soddisfazione da raggiungere al termine dell’annata, che chiuderebbe di fatto un 2021 incredibile, con 4 titoli conquistati (precisamente a Melbourne, Washington, Sofia e Anversa) e altri risultati importanti.

Il nativo di San Candido si è reso protagonista di un finale di annata grandioso su cemento indoor, facendo la differenza in molte partite delicate. Fino al Master 1000 di Parigi-Bercy ha anche lottato per un posto alle Nitto Atp Finals, non riuscendo a conquistarlo per poco e dovendosi accontentare di essere la prima riserva (unica chance il forfait del greco Stefanos Tsitsipas, anche se piuttosto improbabile).

Il tennista azzurro è volato all’ultimo torneo di singolare a Stoccolma per difendere la decima piazza in classifica, che può avere un significato notevole dal punto di vista del morale. Non sarà un compito semplicissimo (tutt’altro) per l’altoatesino, che dovrà difendersi dal possibile tentativo di sorpasso del canadese Felix Auger-Aliassime.

Sinner, un’unica possibilità per la top ten

Le combinazioni non sono tante e molto complesse per l’italiano, se vuole conservare la posizione in graduatoria. Infatti, il talentuoso 20enne ha un solo imperativo nell’appuntamento svedese: vincere il torneo e ottenere quei 250 punti in palio, sperando che il rivale canadese non faccia tantissima strada nel tabellone principale, pur potendo sfruttare la seconda testa di serie.

Il giocatore nato a Montreal dovrà arrivare semplicemente in finale per strappare la top ten a Sinner, che non avrà neppure un cammino semplice: l’esordio infatti sarà contro il britannico Andy Murray, ex numero uno del mondo, mentre agli ottavi potrebbe incrociare lo statunitense Taylor Fritz, in forma nelle ultime settimane.

Sicuramente un sorteggio, nuovamente, penalizzante rispetto ai suoi diretti avversari, che possono beneficiare di un’avventura nel torneo più agevole sulla carta. Sicuramente, già da mercoledì 10 novembre, Jannik Sinner dovrà dimostrare di essere super concentrato e di voler restare in top 10 fino a fine stagione, reagendo alle recenti e pesanti (psicologicamente) sconfitte con Tiafoe e lo spagnolo Alcaraz.