Atp Stoccolma - Il cammino di Jannik Sinner e un obiettivo da raggiungere



by   |  LETTURE 7777

Atp Stoccolma - Il cammino di Jannik Sinner e un obiettivo da raggiungere

Tra poche ore inizierà ufficialmente il torneo Atp 250 di Stoccolma. Il torneo nordico vedrà il tennista italiano Jannik Sinner come testa di serie numero uno e l'azzurro, certo oramai di essere la prima riserva alle Atp Finals di Torino, ha ora come obiettivo la permanenza nella Top Ten mondiale.

Il giovane altoatesino è stato superato questa settimana dal polacco Hurkacz ed ora si giocherà le sue chance di finire la stagione tra i primi dieci al mondo, nella sfida contro il canadese Felix Auger-Aliassime, testa di serie numero due del torneo.

Jannik ha i punti di Sofia da difendere e la sua permanenza in Top Ten è tutt'altro che certa, ma la situazione nel torneo è abbastanza complicata.

Un tortuoso sorteggio per Jannik Sinner a Stoccolma

Il tennista azzurro, come ahinoi spesso gli accade ultimamente, ha avuto un sorteggio abbastanza complicato nonostante la testa di serie numero uno.

Jannik avrà naturalmente il Bye al primo turno ed al secondo turno attende il vincitore tra un qualificato e la wildcard Andy Murray, ex numero uno al mondo. Il britannico sta rientrando pian piano a pieno regime nel circuito, ma visto il suo status era senza dubbio il peggior cliente da affrontare al primo match.

Murray è reduce da diverse vittorie su Top Ten (l'ultima sul polacco Hurkacz) ed è un avversario tutt'altro che semplice. In caso di passaggio al turno successivo, quindi ai Quarti di finale, Jannik affronterà probabilmente (a meno di clamorosi ko) il numero uno americano ormai Taylor Fritz.

Il tennista a stelle e strisce è reduce da un gran momento, a Bercy si è arreso solo a Novak Djokovic ed appare come un avversario molto tortuoso. Paradossalmente, in quello che dovrebbe essere l'ultimo vero torneo dell'anno per l'azzurro, Sinner potrebbe affrontare un avversario sulla carta agevole in semifinale dove potrebbe sfidare il britannico Daniel Evans oppure potrebbe a sorpresa esserci il remake della semifinale di Vienna, la sfida tanto discussa contro Frances Tiafoe.

Dall'altro lato del tabellone invece i favoriti sono i canadesi Felix Auger-Aliassime e Denis Shapovalov, tennisti discontinui ma dotati di un talento di primo piano. Incuriosisce, ovviamente se si arriverà a tale punto, la finale tra Jannik ed uno di questi due giovani talenti con il kazako Alexander Bublik come più valida alternativa ai due.