Bertolucci su Sinner: "Mettiamoci seduti comodamente e..."



by   |  LETTURE 15971

Bertolucci su Sinner: "Mettiamoci seduti comodamente e..."

Jannik Sinner ha conquistato la top ten a suon di record e fantastiche prestazioni. L’altoatesino ha vinto ad Anversa il quinto titolo della sua carriera, il quarto stagionale; nessun tennista italiano era mai riuscito a sollevare al cielo più di tre trofei ATP nel corso delle stessa annata.

L’ultimo grande obiettivo di Sinner in questo straordinario 2021 è quello di qualificarsi per le ATP Finals di Torino e continuare a stupire. Il 20enne di San Candido dovrà fare bene al Masters 1000 di Parigi-Bercy per mantenere l’ottava posizione della Race.

Il primo avversario di Sinner sarà lo spagnolo Carlos Alcaraz, che sta dimostrando partita dopo partita di possedere il talento necessario per diventare uno dei protagonisti del circuito maggiore. In caso di vittoria contro Alcaraz, Sinner troverebbe agli ottavi di finale uno tra Pablo Carreno Busta e Hugo Gaston; mentre il maggiore indiziato per un posto ai quarti di finale dell’evento francese nella sua stessa parte di tabellone è il numero due del mondo Daniil Medvedev.

Bertolucci su Sinner: "Ci darà grandi soddisfazioni"

Paolo Bertolucci crede fermamente in Sinner e in una recente intervista all’agenzia di stampa Adnkronos ha spiegato: "Sinner ci darà grandi soddisfazioni, e non è questo il momento di dire quali.

Mettiamoci seduti comodamente e aspettiamo che maturi ancora. E' in linea con le attese e lui è bravo perché brucia ancora di più le tappe. E' un processo che credo terminerà a 22 anni, allora si potrà cominciare a capire dove il ragazzo, che a quel punto avrà completato lo sviluppo fisico, potrà arrivare, adesso è presto per dirlo.

Ma che lui sia uno dei protagonisti dei prossimi anni è acclarato" . Sinner, la scorsa settimana, ha parlato proprio del suo prossimo avversario in conferenza stampa. "Per me è già uno dei migliori al mondo.

Mentalmente è un grande, sa gestire le partite, colpisce molto forte e si muove molto bene in campo. L’ho visto con attenzione nel terzo set contro Berrettini e si è comportato benissimo. Due anni fa non era così” .