Jannik Sinner parla dell’esordio a Vienna e dello statunitense Opelka



by   |  LETTURE 7703

Jannik Sinner parla dell’esordio a Vienna e dello statunitense Opelka

Un successo importante ottenuto ad Anversa, che però non può essere festeggiato a dovere. Jannik Sinner è già con la testa al prossimo torneo Atp in programma sul cemento, sempre in Europa: l’altoatesino parteciperà al ‘500’ di Vienna, competizione importante che vanta molti tennisti di spessore al via.

Nella capitale austriaca il 20enne azzurro dovrà certificare il suo ottimo momento di forma (oltre che mentale) e spingersi più avanti possibile nel tabellone, ottenendo così punti preziosi in ottica Finals.

Il talentuoso italiano, che potrà godere di alcuni giorni di ‘riposo’, visto che disputerà la sfida d’esordio mercoledì 27 ottobre, potrebbe giocare anche più sciolto e con meno pressioni del previsto.

Il motivo è l’eliminazione al primo turno del diretto concorrente per raggiungere il PalaAlpiTour di Torino: infatti il polacco Hubert Hurkacz si è arreso al britannico Andy Murray e ha abbandonato immediatamente il torneo.

Jannik esprime delle considerazioni

Il sorteggio non è stato così benevolo per il nativo di San Candido, che partirà con la testa di serie numero 7. Al debutto affronterà lo statunitense Reilly Opelka, uno dei big server migliori del circuito, con cui non ha ancora giocato un match ufficiale.

Una partita assolutamente non semplice per il neo vincitore in Belgio, dato che ha sempre trovato difficoltà a superare avversari con le caratteristiche dell’americano, che non avrà alcuna intenzione di lasciare strada all’azzurro.

In una delle ultime conferenze stampa, Sinner ha parlato di questo incontro: “Non ci sarà tanto ritmo e dovrò essere super concentrato sui miei turni di servizio, limitando al massimo gli errori. Questa settimana ho risposto bene, credo sia un aspetto molto importante anche a Vienna.

Lui avrà un po’ di pressione, perché è consapevole che posso metterlo in difficoltà con la mia risposta. Inoltre mi ricordo che la palla su quel campo rimbalza di più. Testerò se sarà così anche quest’anno” ha dichiarato.