Karatsev avvisa Sinner, Norrie e Hurkacz: "Finals? Ci proverò fino alla fine"



by   |  LETTURE 4563

Karatsev avvisa Sinner, Norrie e Hurkacz: "Finals? Ci proverò fino alla fine"

Aslan Karatsev è sicuramente una delle più grandi sorprese del 2021. Il tennista russo si è messo in mostra la scorsa stagione nel circuito Challenger vincendo due tornei e raggiungendo due finali, una delle quali perse contro Stan Wawrinka a Praga.

Quest’anno, dopo alcune ottime prestazioni, sembra essere arrivata la definitiva consacrazione. Partendo dalle qualificazioni, Karatsev ha infatti raggiunto le semifinali agli Australian Open e solo Novak Djokovic gli ha impedito di spingersi fino all’ultimo atto del primo Slam dell’anno.

Come se non bastasse, Karatsev ha anche conquistato il suo primo titolo ATP a Dubai vincendo al terzo set 4 delle 6 partite disputate. La scorsa settimana, infine, Karatsev si è tolto la soddisfazione di vincere un altro torneo, questa volta in casa dominando la finale contro Marin Cilic a Mosca.

Karatsev crede ancora nella qualificazione alle ATP Finals

Nonostante ci siano ancora 675 punti punti, oltre che Jannik Sinner, Cameron Norrie e Felix Auger-Aliassime, a dividerlo dall’ultimo posto disponibile per il Torneo dei Maestri occupato da Hubert Hurkacz, il russo non ha nessuna intenzione di mollare la presa.

"Non nascondo che uno dei miei obiettivi è quello di poter giocare le ATP Finals. Ci proverò fino alla fine. È vero che la situazione è complicata ma ci sono ancora possibilità" , ha detto Karatsev in conferenza stampa.

"Titolo vinto a Mosca? La sua prima di servizio non ha funzionato come al solito. Quando Marin gioca bene il servizio prende sempre l'iniziativa. Oggi la sua percentuale di prime palle è stata bassa, quindi sono stato io a condurre il gioco.

Ho provato a variare i colpi, a spostarlo da una parte all'altra del campo, cosa che Cilic soffre di più. Avevo in mente quel piano e finalmente sono riuscito a realizzarlo. Non so perché non ho festeggiato con troppa emozione.

Non credo che festeggerò nemmeno nelle prossime ore, perché dobbiamo prepararci per il torneo di San Pietroburgo. È vero che ho un paio di giorni liberi perché non gioco al primo turno. Vedremo se potrò festeggiare lì" .