Jannik Sinner sorride ancora: le dichiarazioni dopo il trionfo ad Anversa



by   |  LETTURE 2917

Jannik Sinner sorride ancora: le dichiarazioni dopo il trionfo ad Anversa

Gli aggettivi per descriverlo sono ufficialmente terminati. Jannik Sinner non ha sbagliato l’appuntamento importante della finale e, da imbattuto (non ha concesso nemmeno un set ai suoi avversari nel corso della settimana), ha conquistato il titolo di Anversa, il quarto della stagione dopo Melbourne, Washington e Sofia.

L’altoatesino ha liquidato nettamente l’argentino Diego Schwartzman, che non ha avuto possibilità di impensierire la vittoria del rivale. Il tennista azzurro è stato implacabile sia nei turni di servizio, una delle armi in più in questa competizione, che in risposta, mettendo in serie difficoltà il gioco del sudamericano.

Un altro doppio 6-2 nei confronti degli avversari, a dimostrazione di come sia riuscito a sfruttare al meglio le palle break a disposizione. 250 punti preziosissimi, dunque, ottenuti dal talentuoso 20enne, che rilancia le sue chances in ottica Finals.

Le parole dei due giocatori prima della premiazione

È toccato prima al 29enne commentare la gara in Belgio: "Non ho avuto la minima occasione di poter aggiudicarmi l’incontro dai primi scambi. Congratulazioni a te e anche al tuo angolo.

Vincerai molti tornei, ma la verità è che non sei solo un grande tennista, sei anche una bella persona” ha affermato, elogiando il nativo di San Candido. Sinner ha espresso i primi pareri al termine della sfida, in un’intervista sul campo: “Mi sentivo bene fin dall’inizio.

Ho provato a spingere la palla contro di lui, che è un giocatore di grandissimo livello”. Poi, prima della premiazione e delle foto di rito, ha dichiarato: “Diego, complimenti a te, hai giocato bene. Sei il miglior ragazzo del circuito Atp, tutti sono legati a te e tutti pensano che sei il miglior amico.

Col team state lavorando sodo e i risultati si vedono. Non posso che riconoscere che sei un tennista incredibile”. “Sono veramente orgoglioso di quello che ho finora conquistato in questa annata. Abbiamo avuto tante occasioni (finali) per poter parlare, quindi ringrazio la mia squadra.

Sono contento di essere tornato qui, avevo disputato un buon torneo già due anni fa, ma quest’anno le cose sono andate ancora meglio. Giocare di fronte a un pubblico così appassionato è stato davvero meraviglioso” ha concluso, dando l’appuntamento all’anno prossimo.