L'errore dell'Atp su Jannik Sinner: per l'azzurro è best ranking



by   |  LETTURE 28032

L'errore dell'Atp su Jannik Sinner: per l'azzurro è best ranking

Per via del Masters 1000 di Indian Wells si è dovuto attendere due settimane per il nuovo atteso aggiornamento del ranking mondiale, sia per quanto riguarda il circuito maschile che femminile. L’attesa di ulteriori sette giorni ha (forse) un po’ tratto in inganno l’Atp, che ha commesso un errore sul conteggio dei punti del tennista italiano Jannik Sinner.

La correzione, arrivata poche ore dopo la pubblicazione della classifica nella giornata di lunedì 18 ottobre, è positiva e gioca in grande favore dell’altoatesino: in un batter d’occhio l’azzurro è sceso in 16esima posizione, salvo poi risalire e conquistare ben tre piazze, stabilizzandosi al numero 13 (stavolta in modo definitivo, fino a domenica).

Una notizia di rilievo non soltanto per il grossolano equivoco, visto che il talentuoso 20enne ha così migliorato il suo best ranking, che era fermo alla soglia 14.

Sinner sorride e intravede la top ten

In parole povere, per spiegare lo sbaglio, alla graduatoria del nativo di San Candido erano scomparsi i 250 punti in entrata della vittoria ottenuta a Sofia 2021 e non erano stati sottratti neanche i 45 del torneo di Vienna 2019.

In questo modo, la situazione è stata ripristinata e Jannik ha ritrovato tutto il suo score, pari a 3100. Un grande traguardo raggiunto dal ragazzo azzurro, assolutamente non indifferente per un atleta così giovane e con tanti margini di miglioramento, considerando che la top ten non è così lontana: infatti, Hubert Hurkacz è distante appena 278 lunghezze e restano ancora diversi appuntamenti prima della chiusura della stagione.

Da non trascurare la concretissima possibilità di superare Roger Federer prima della fine del 2021. Sinner sarà in campo in settimana per affrontare la competizione di Anversa, in Belgio. In palio 250 punti preziosissimi per sopravanzare immediatamente al campione svizzero e avvicinarsi all’amico polacco nella classifica generale, ma anche per sorpassare nuovamente il britannico Cameron Norrie, che ha trionfato in California e portato a casa un bottino di 1000 punti, nella Race verso le Atp Finals di Torino, pass di qualificazione molto difficile da strappare vista la tanta e forte concorrenza. Photo credit: Eurosport.