Jannik Sinner spiega i motivi della vittoria a Sofia contro Monfils



by   |  LETTURE 4862

Jannik Sinner spiega i motivi della vittoria a Sofia contro Monfils

Continua il grandissimo rapporto tra il giovanissimo tennista azzurro Jannik Sinner ed il torneo Atp 250 di Sofia, torneo che si tiene in Bulgaria. Dei 4 tornei conquistati in carriera dall'altoatesino (più le NextGen Atp Finals) l'azzurro ha vinto ben due volte a Sofia e quest'anno ha bissato senza particolare fatica il successo del 2020, conquistando il torneo senza perdere neanche un set.

In finale contro Gael Monfils ha sfruttato le indecisioni del tennista francese ed ha conquistato il torneo con un netto 6-3;6-4. In questo modo inoltre ha aumentato le sue chance di raggiungere le Atp Finals di fine anno, sebbene al momento resta indietro rispetto a Hubert Hurkacz e soprattutto a Casper Ruud, vincitore del torneo nella notte a San Diego e tra i più in forma del momento.

Al termine del match Sinner è apparso soddisfatto della vittoria ed ha parlato del suo processo di maturazione.

Le parole di Sinner in conferenza stampa

Al termine del match Sinner ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "La gara è stata giocata ad un livello molto alto, abbiamo avuto lunghi scambi ed è stato uno scontro anche fisico.

Sono felice di essere di nuovo vincitore a Sofia, mi piace molto questo torneo e credo che la finale sia stata la miglior gara che ho disputato nel corso del torneo. Contro Gael non è mai facile giocare, in passato abbiamo avuto scontri molto duri, credo che in questo match sono stato più fortunato di lui e questo mi ha aiutato tanto.

Devo dire che in ogni match giocato qui a Sofia mi sentivo sempre meglio e sono contento della mia prestazione durante tutto il torneo" Proprio qui a Sofia Jannik ha mostrato progressi soprattutto per quel che riguarda il servizio, proprio dove in passato ha avuto grossi problemi e arma che deve sicuramente migliorare se vuole puntare al vertice del circuito.

Sulla questione Atp Finals di Torino Sinner ha dichiarato che gli piacerebbe partecipare a questo evento, ma non lo considera almeno quest'anno come un obiettivo fondamentale e lavorerà nei prossimi tornei per migliorare ancora di più.