Bertolucci su Jannik Sinner: "Bisogna avere pazienza, può fare grandi cose"



by   |  LETTURE 12466

Bertolucci su Jannik Sinner: "Bisogna avere pazienza, può fare grandi cose"

Negli ultimi mesi abbiamo visto il giovane talento azzurro Jannik Sinner scalare la classifica del circuito Atp passo dopo passo. Da Lunedì prossimo l'atleta altoatesino raggiungerà il suo Best Ranking e sarà il nuovo numero 14 al mondo, ma nonostante ciò negli ultimi mesi il tennista ha ricevuto diverse critiche.

Forse ci si aspettava ancora di più con l'azzurro che ha vissuto un periodo abbastanza complicato subito dopo al Roland Garros con diverse sconfitte arrivate al primo turno. Più volte Sinner ha ricordato che ha solo 20 anni e che il suo è soprattutto un percorso di crescita.

Jannik ha lavorato ed ha realizzato un buon torneo agli Us Open dove è stato eliminato agli Ottavi di finale da Alexander Zverev, vincitore in tre set. Il risultato non chiarisce tutto con l'azzurro che ha creato problemi all'avversario e lo ha costretto ad annullargli ben cinque set point nel finale del terzo set, anche nei set precedenti Sinner ha avuto le sue chance ma probabilmente appunto peccando di gioventù non è riuscito a sfruttarle.

Paolo Bertolucci parla di Jannik Sinner

Intervenuto ai microfoni di Adrkonos l'ex tennista Paolo Bertolucci ha parlato riguardo Jannik Sinner elogiando l'azzurro e rilasciando importanti dichiarazioni sul suo futuro: "È sbagliato aspettarsi troppo, ha solo vent'anni e già è vicino a raggiungere i primi dieci al mondo.

Anche contro Zverev, il numero 4 al mondo, ha giocato alla pari, ha avuto le sue chance nonostante la sconfitta. Sascha sta giocando davvero un tennis incredibile. Bisogna avere pazienza e sono sicuro che Sinner potrà fare grandi cose, non dimentichiamo che gente come Zverev, all'età di Sinner, usciva al primo turno nei tornei dello Slam.

Zverev, insieme a Tsitsipas, Medvedev ed anche a Berrettini fanno parte di quei tennisti pronti a prendere la leadership raccogliendo l'eredità di Roger Federer, Rafael Nadal e soprattutto Novak Djokovic. Sinner è tra quei giovani, spero anche Musetti, che saranno pronti tra qualche anno"