Atp Cincinnati - Impresa per Hurkacz e Sinner, battuti in doppio i numeri 1 al mondo



by   |  LETTURE 25279

Atp Cincinnati - Impresa per Hurkacz e Sinner, battuti in doppio i numeri 1 al mondo

Grande impresa per il giovane talento azzurro Jannik Sinner. Il tennista altoatesino, uscito nel singolo a Cincinnati dopo un match lottato e durissimo contro l'americano John Isner, si rifà ancora una volta nel doppio dove insieme all'amico e partner di doppio Hubert Hurkacz, ha battuto la grande coppia croata composta da Nikola Mektić e Mate Pavić, testa di serie numero uno nel torneo ed attuali dominatori del circuito di doppio.

Mektic e Pavic venivano da un momento d'oro visto le recenti vittorie. I due in questo 2021 sono diventati la prima coppia croata della storia a vincere Wimbledon e poco dopo hanno conquistato anche la medaglia d'oro ai Giochi Olimpici di Tokyo.

Uno scalpo importante quindi per Jannik Sinner ed Hubert Hurkacz che battono cosi i migliori della categoria.

Sinner ai Quarti di finale di doppio

Ora il numero 15 al mondo sfiderà ai Quarti di doppio la coppia composta da Steve Johnson ed Austin Krajicek.

Già in passato Hurkacz e Sinner avevano dimostrato di funzionare bene in doppio e questa almeno in ottica doppio è la più grande vittoria della coppia. Già nel primo set Sinner ed Hurkacz hanno avuto un set point ma alla fine la coppia ha perso il set al tiebreak.

Nel secondo set Sinner ha servito per il set ma la coppia ha reagito e solo nell'undicesimo game c'è stato il break decisivo che ha portato il match al super tie-break. Qui il curioso duo ha ottenuto il pass per i Quarti dominando totalmente la sfida.

Jannik Sinner ed Hubert Hurkacz sia nel singolo che nel doppio sono tra i tennisti rivelazione di questo 2021: i due amici si sono sfidati nella finale del Masters 1000 di Miami in questa stagione ed alla fine è stato il polacco a conquistare il successo.

Per Sinner già una finale nei 1000 e 3 tornei vinti in carriera, l'ultimo arrivato con l'Atp 500 di Washington vinto recentemente. La sconfitta arrivata prematuramente a Cincinnati pesa ancora ma forse un po' meno grazie all'ennesimo exploit, stavolta in doppio, del giovane talento del tennis azzurro e del tennis mondiale.