I curiosi messaggi social di Paolo Bertolucci verso Jannik Sinner



by   |  LETTURE 20758

 I curiosi messaggi social di Paolo Bertolucci verso Jannik Sinner

Nel periodo probabilmente più difficile della sua carriera per la bufera abbattutasi su di lui dopo la rinuncia alle Olimpiadi e la sconfitta al primo turno ad Atlanta, Jannik Sinner tira fuori l’asso dalla manica ed esce trionfante dal Citi Open.

Per farlo ha dovuto superare, non senza difficoltà, il padrone di casa e rivelazione del torneo Mackenzie McDonald. Un bel “colpo di coda” per il giovane tennista azzurro, che nonostante le turbolenze (più che legittime per un ragazzo di appena 19 anni) ha messo a tacere tante maldicenze sul suo conto, sia che trattassero il lato tecnico che quello umano.

Sinner che, con il successo a Washington, ha inoltre centrato diversi traguardi importanti: primo ATP 500 conquistato in carriera, il terzo in totale; vincitore più giovane da quando il torneo è stato creato (2009); nuovo best ranking, balzando dal ventiquattresimo al quindicesimo posto.

Il successo dell’altoatesino non ha lasciato indifferente l’ex campione azzurro e dodicesimo del mondo Paolo Bertolucci, oggi opinionista Sky, che sui social si è divertito a lanciare qualche frecciatina in difesa di Sinner.

Bertolucci: “Il carro ha di nuovo solo posti in piedi”

Paolo Bertolucci, noto per la sua spiccata vena ironica e sempre pronto alla battuta, ha voluto spezzare una lancia a favore di Jannik con due tweet.

E poi ha aggiunto. L’azzurro ha ora il dovere di dare seguito alla trionfale settimana del torneo nordamericano, che pure lo ha visto vincitore al termine di una lunga battaglia durata quasi tre ore (due ore e 52 minuti, per l’esattezza).

Il talento di San Candido – che tra una settimana esatta compirà 20 anni – ha sprecato non poche opportunità per chiudere il match con McDonald in anticipo. Su tutte, i due championship points sul 5-2 a suo favore nel terzo e decisivo set, poi trasformati in 5-5 dallo statunitense dopo aver tolto a Sinner il servizio nel decimo gioco, recuperando il break di svantaggio.

La conquista del trofeo può dare grande slancio all’altoatesino e sbloccarlo mentalmente dopo le feroci polemiche degli ultimi tempi. L’occasione per confermare il successo al Citi Open sarà al Masters 1000 di Toronto, dove al primo turno usufruirà di un bye: il suo esordio in Canada sarà contro uno tra Duckworth (qualificato) e Taylor Fritz.