Sinner è incontentabile dopo Washington: "C'è ancora lavoro da fare"



by   |  LETTURE 14404

Sinner è incontentabile dopo Washington: "C'è ancora lavoro da fare"

Grazie alla vittoria del torneo Atp 500 di Washington Jannik Sinner è il più giovane di sempre a conquistare un torneo Atp nella categoria 500. L'azzurro era reduce da un periodo difficile e da diverse eliminazioni al primo turno ma è tornato nel migliore dei modi al Citi Open ed ha vinto battendo avversari interessanti come Korda e Brooksby e sconfiggendo in una durissima finale l'americano Mackenzie McDonald.

Con questo successo Sinner è a quota 3 titoli nella sua giovanissima carriera e migliora il suo Best Ranking di numero 15 al mondo, portandosi avanti al suo rivale (per età) Felix Auger Aliassime.

Le parole di Sinner in conferenza stampa

Dopo la vittoria del torneo un raggiante Jannik ha rilasciato delle dichiarazioni in conferenza stampa, ecco le sue parole: "Penso che ci sia ancora molto lavoro da fare, a dire il vero.

Questa è esperienza che potrò mettere in campo in futuro, stiamo lavorando duramente e cercando di vivere al meglio i momenti cruciali delle gare. Ho avuto diverse chance in questa finale e credo che posso imparare la lezione da oggi e migliorare"

Sinner ha perso solo un set nel corso del torneo (in finale) e ha vinto un torneo che in passato ha reso grandi leggende del calibro di Andre Agassi, Ivan Lendl e Jimmy Connors. Il tennista altoatesino ha poi continuato: "Quando senti di record come il più giovane o cose simili non ci do molto peso, ci sono tanti giocatori che hanno fatto molto meglio di me.

Non si tratta di capire chi è il più giovane, bensì bisogna solo lavorare sodo e duramente" La sfida contro McDonald è stata durissima con il tennista a stelle e strisce che ha annullato ben 10 set point nel primo set ed ha annullato tantissime palle break all'azzurro.

Sinner ha poi sprecato chance di servire per il match nel set decisivo ma ha poi chiuso realizzando l'ennesimo break nel dodicesimo game del terzo e decisivo set. Ora per Sinner non c'è riposo e l'azzurro è pronto già per il torneo Masters 1000 di Toronto dove sfiderà al secondo turno (al primo c'è il Bye) il vincente tra un qualificato e l'americano Taylor Fritz.