Barazzutti attacca Sinner: “Meglio se sta a casa”



by   |  LETTURE 72056

Barazzutti attacca Sinner: “Meglio se sta a casa”

Non è stato affatto gradita l'ultima decisione del tennista azzurro Jannik Sinner, diciannovenne atleta altoatesino che, nelle ultime ore, ha annunciato con un lungo post di rinunciare ai Giochi Olimpici di Tokyo 2021.

Sinner ha spiegato i motivi di questa decisione ed ha fatto intuire di non partecipare a causa di una condizione precaria, ma questa decisione ha creato diverse polemiche e critiche dapprima sui social e poi da parte dell'ex capitano di Coppa Davis ed ex numero 7 al mondo Corrado Barazzutti.

L'ex tennista ha attaccato duramente sui propri social il tennista altoatesino criticando la scelta e le modalità con il quale il tennista, sempre più in difficoltà nelle ultime settimane, ha rinunciato ai Giochi Olimpici.

Sinner è reduce da un periodo che lo ha visto uscire sconfitto al primo turno sia dal torneo del Queen's dove è stato eliminato a sorpresa da Jack Draper e sia a Wimbledon dove è uscito sconfitto al primo turno da Marten Fucsovics, sconfitto dopo una battaglia in quattro set.

L'attacco di Barazzutti a Jannik Sinner

L'ex tennista ha fatto il paragone con il numero uno al mondo, il tennista serbo Novak Djokovic e c'è andato giù davvero pesante. Ecco le sue parole:
"Fa impressione vedere Djokovic 34 anni entusiasta di partecipare alle Olimpiadi.

Dispiace vedere Jannik Sinner 20 anni mortificare la piu alta competizione mondiale come valori. Alla quale nessun atleta senza probemi fisici rinuncerebbe per niente al mondo. Soprattutto alla prima partecipazione. Sinner ha già rinunciato due volte alla Coppa Davis.

Evidentemente se non si crede in certi valori se non valgono certi principi tutto sommato meglio stare a casa. Peccato per Jannik mai fu fatta scelta piu sbagliata. Peccato per Musetti. Le iscrizioni sono chiuse e non potrà sostituirlo"

Successivamente lo stesso Barazzutti ha rettificato perché grazie ad una concessione ITF Musetti potrà partecipare ai Giochi Olimpici e potrà fare parte della squadra che comprende già Matteo Berrettini, Lorenzo Sonego e Fabio Fognini.