Le prime dichiarazioni di Sinner dopo la vittoria in tre set contro Karatsev



by   |  LETTURE 9500

Le prime dichiarazioni di Sinner dopo la vittoria in tre set contro Karatsev

Jannik Sinner ha vinto una partita che sembrava ormai persa e lo ha fatto alla sua maniera: rialzando la testa dopo il 6-0 subito nel primo set. Il tennista italiano ha iniziato male il match e ha permesso ad Aslan Karatsev di comandare gli scambi da fondo campo senza problemi.

Nel primo parziale, l’altoatesino ha ottenuto solo 16 punti e non è mai riuscito a mettere in difficoltà il suo avversario. Le cose sono poi cambiate nella seconda frazione di gioco e dopo l’interruzione causata dalla pioggia.

Sinner ha vinto i primi quattro game e chiuso agevolmente sul 6-3. L’ultimo atto della partita è stato molto lottato e intenso, ma Sinner ha fatto la voce grossa e portato dalla sua parte tutti i punti importanti.

Sinner dopo la vittoria in tre set contro Karatsev

“Ovviamente è stato un match molto duro. Aslan è un grandissimo giocatore è un avversario fantastico, soprattutto quest’anno. Ha ottenuto incredibili risultati e lo rispetto molto.

In qualche modo ho provato a scavare in profondità e sono davvero felice per come sono riuscito a terminare questo match. Ho sofferto e ho dovuto lottare, specialmente all’inizio. Lui ha servito davvero bene. Ho cercato di prendermi il mio tempo, poi c’è stata la pioggia e non è stato semplice.

Ovviamente è bellissimo vedere tutto questo pubblico, vi ringrazio” . Agli ottavi di finale, Sinner troverà dall'altra parte della rete il lucky loser francese Arthur Rinderknech, che al primo turno ha sconfitto il qualificato Mikael Ymer con il punteggio di 6-3, (4) 6-7, 6-2.

Ricordiamo che l'italiano è stato sorteggiato nella stessa parte di tabellone della testa di serie numero uno Dominic Thiem. L'austriaco sta cercando di ritrovare la sua migliore forma dopo un periodo negativo e a Lione vuole tornare a vincere un torneo.

L'ultimo successo di Thiem è arrivato agli US Open 2020. Proprio dopo quell'incredibile trionfo, l'attuale numero 4 del ranking ATP ha ammesso che ha impiegato un pò di tempo per avere le giuste motivazioni e affrontare i grandi tornei con la stessa determinazione di sempre.