Le parole amare di Jannik Sinner dopo la sconfitta a Roma con Rafael Nadal



by   |  LETTURE 24123

Le parole amare di Jannik Sinner dopo la sconfitta a Roma con Rafael Nadal

Si ferma al secondo turno l'avventura del giovane talento azzurro Jannik Sinner. Il tennista altoatesino deve arrendersi al 'Re della terra battuta' ed attuale numero 3 al mondo Rafael Nadal, che, nonostante l'età, ha ancora una volta legittimato di non voler arrendersi ai NextGen.

Nel corso dell'incontro più volte Jannik è stato avanti e sembrava aver possibilità di avere la meglio ma ha frenato sempre nei momenti decisivi mentre dall'altra parte Rafa si caricava come suo solito e prometteva battaglia.

Nel secondo set in particolare Sinner è stato avanti 4-2 e 30-0 sul proprio servizio ma dopo un paio di errori lo spagnolo ha realizzato il controbreak, probabilmente che ha portato poi a fargli 4 game consecutivi e conquistare l'accesso al prossimo turno.

"È una sconfitta che fa male, non mi farà dormire bene"

"Rivedrò molte volte questo match per capire cosa avrei dovuto fare meglio" Un deluso Jannik Sinner ha parlato così in conferenza stampa: "Entrambi abbiamo giocato una grande partita, ma sono molto deluso e triste per come è andato a finire il risultato.

Al Roland Garros era più un test mentre sono deluso perché nella gara contro Rafa a Roma credo che potevo fare di più. Nel tennis contano molto gli episodi o meglio le situazioni ed in quasi tutti gli episodi Rafa ha gestito meglio di me, quindi sicuramente merita la vittoria.

Roma è un torneo speciale per me e mi dispiace perché nel prossimo match ci sarebbe stato il pubblico, sto giocando ancora nella mia testa il match per provare a capire dove ho sbagliato. Cosa mi ha detto di Piatti? Non intendo rivelarlo anche se entrambi pensavamo che si poteva fare meglio, credo di essere cresciuto rispetto alla sfida contro Novak Djokovic a Montecarlo, ma in generale questa sconfitta fa male. Ora andro a giocare a Lione e poi testa al Roland Garros"