Jannik Sinner scala ancora la classifica ATP



by   |  LETTURE 21149

Jannik Sinner scala ancora la classifica ATP

Jannik Sinner continua a crescere e scalare posizioni nel ranking mondiale. L’altoatesino, nella parte finale del 2020, è riuscito a vincere il torneo ATP 250 di Sofia e a diventare il tennista italiano più giovane della storia a trionfare in un evento del circuito maggiore.

La nuova stagione è iniziata con il secondo titolo ATP, vinto al torneo di Melbourne 1 in una finale tutta italiana con Stefano Travaglia. Sono poi arrivati i quarti di finale sia a Marsiglia che a Dubai; quarti che Sinner ha perso contro giocatori russi: il primo ai danni di Daniil Medvedev, il secondo di Aslan Karatsev.

Al Masters 1000 di Miami, l’azzurro si è spinto fino all’ultimo atto del torneo raggiungendo l’ennesimo record della storia italiana. A Monte Carlo, infine, Sinner ha affrontato per la prima volta in carriera Novak Djokovic e ha perso con il punteggio di 6-4, 6-2 al secondo turno.

"Sinner colpisce la palla nel modo giusto più o meno su tutte le superfici, è polivalente, ha molto talento ed è in forma. E’ il futuro del nostro sport, e forse già il presente. Del resto ha già giocato la finale di un 1000 da teenager" , ha dichiarato il serbo dopo la partita.

Jannik Sinner raggiunge la top 20

Proprio la terra monegasca consentirà a Sinner di fare irruzione in top 20. Grazie alla sconfitta di Daniel Evans contro un ottimo Stefanos Tsitsipas in semifinale, dal prossimo lunedì Sinner sarà infatti il numero 19 del ranking ATP.

Sinner sarà impegnato a Barcellona la prossima settimana ed è stato sorteggiato nella parte bassa del tabellona. Al secondo turno, il giovane tennista italiano se la vedrà contro il vincitore della sfida tra Jo-Wilfried Tsonga ed Egor Gerasimov; mentre agli ottavi di finale il suo percorso potrebbe incrociarsi con quello della testa di serie numero cinque Roberto Bautista Agut.

Nella stessa parte di tabellone ci saranno poi Andrey Rublev e Stefanos Tsitsipas, entrambi finalisti al Masters 1000 di Monte Carlo.