Riccardo Piatti svela cosa gli ha detto Djokovic dopo il match con Jannik Sinner



by   |  LETTURE 34083

Riccardo Piatti svela cosa gli ha detto Djokovic dopo il match con Jannik Sinner

Poche settimane fa a Miami, Jannik Sinner ha centrato la sua prima finale in carriera in un Masters 1000. Nonostante la sconfitta rimediata contro Hubert Hurkacz, la giovane promessa italiana ha lasciato la Florida con ottime sensazioni.

Il sorteggio non è stato benevolo con lui a Montecarlo, avendogli proposto lo scoglio Novak Djokovic già al secondo turno. L’azzurro non ha sfigurato sul Campo Centrale dinnanzi al numero 1 del mondo, ma si è dovuto inchinare con il punteggio di 6-4 6-2 in poco più di un’ora e mezza di gioco.

Il 18 volte campione Slam, al rientro nel circuito dopo due mesi di stop, non si è fatto intenerire da un rivale così inesperto, essendo consapevole del potenziale immenso che risplende nel serbatoio di Jannik.

Il 33enne di Belgrado ha rivolto bellissime parole nei confronti dell’altoatesino, ritenendo che abbia tutte le carte in regola per poter raggiungere i vertici del tennis maschile. Come riportato dal portale Tennis Tonic, Riccardo Piatti – che ha seguito Djokovic all’inizio della sua carriera e che ora allena Sinner – ha scambiato qualche parola con il serbo dopo il loro match.

Piatti: "Djokovic mi ha dato 3-4 indicazioni utili"

“Ho sempre mantenuto un buon rapporto con Novak Djokovic” – ha esordito Piatti. “Dopo la partita fra lui e Jannik, sono andato da lui e gli ho chiesto quali sensazioni gli avesse trasmesso Sinner.

Mi ha fornito 3-4 indicazioni che mi hanno fatto riflettere molto. Il giorno successivo, Jannik è andato ad allenarsi con quei consigli ben fissati nella sua mente” – ha aggiunto. Djokovic, Nadal e Federer sono un’autentica fonte di ispirazione per un astro nascente come Sinner.

“Quello che ho notato durante il nostro incontro è che lui capisce molto meglio di me le situazioni di gioco. Lui sa trovare la soluzione giusta per ogni momento della sfida. Questo è un aspetto su cui devo sicuramente lavorare” – aveva ammesso in conferenza stampa.

Il cammino di Djokovic nel Principato non è durato molto, vista la prematura uscita di scena negli ottavi per mano di Dan Evans.